it en
Risultati
food

Prosciutto Crudo di Cuneo DOP e Salame Piemonte IGP alla Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba

I due salumi sono tra i protagonisti della grande maratona degli show cooking con i grandi chef alla 92ª edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba in corso di svolgimento nella capitale delle Langhe

26, Oct 2022

Prosciutto Crudo di Cuneo DOP e Salame Piemonte IGP sono tra i protagonisti della grande maratona degli show cooking con i grandi chef alla 92ª edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, in corso di svolgimento nella capitale delle Langhe.

Nei primi due week-end della fiera le due IG (Identificazione Geografiche) sono state servite come aperitivo di entrata nei cooking show, abbinati ad un calice di Alta Langa, Metodo Classico piemontese. Nel prosieguo del programma, in occasione dell’apertura straordinaria della fiera dal 29 ottobre al 1º novembre, nel cortile della Maddalena (via Vittorio Emanuele II), si svolgerà un programma di degustazione organizzato dal Consorzio di Tutela e Promozione del Crudo di Cuneo presso lo stand della Carni Dock di Lagnasco. La degustazione, gratuita, si svolgerà durante gli orari di apertura della Fiera, dalla 9.30 alle 19.30.

«La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è un appuntamento che riteniamo importante per il nostro prodotto — afferma Chiara Astesana, presidente del Consorzio di Tutela e Promozione del Crudo di Cuneo — ormai da anni il Consorzio partecipa a questa manifestazione e in particolare al programma degli show cooking perché riteniamo il pubblico che li frequenta particolarmente selezionato e interessato ai prodotti di qualità del territorio. Non solo, la possibilità di conoscere e interloquire con i grandi chef è un’opportunità che crediamo sia appropriata per il nostro prosciutto».

«La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba e, in particolare, l’ambito degli show cooking, rappresenta un’opportunità di incontro con un pubblico selezionato ed esigente che è il target da noi ricercato» sottolinea Daniele Veglio, presidente del Consorzio di Tutela del Salame Piemonte. «Il Salame Piemonte IGP ha ottenuto il riconoscimento dell’Unione Europea nel 2015 ma non ha ancora raggiunto la notorietà che merita. Questo è un ambito particolarmente idoneo per fare un’attività di prospezione commerciale rivolta ai soggetti top della ristorazione».


News correlate