it en
Risultati
Acquacoltura

Nutrizione stagionale

of Tillner R.


Nella maggior parte delle aree del mondo, la natura segue le stagioni in un modo o nell’altro. Ciò influisce sulla fisiologia e sul comportamento degli animali di diversi generi. Poiché molte specie di pesci sono poichilotermi, la loro temperatura interna varia notevolmente in base alle variazioni della temperatura ambientale. In un clima mutevole, questa dipendenza può avere serie implicazioni per le popolazioni ittiche naturali e in cattività, quando si verificano rapidi abbassamenti o innalzamenti della temperatura ambientale, talvolta in brevi periodi di tempo.

Legame tra temperatura e metabolismo
Le variazioni della temperatura corporea hanno un effetto pronunciato sia sul tasso che sull’efficienza del metabolismo dei pesci, che aumenta a temperature più elevate e viceversa. Di conseguenza, l’assunzione di mangime, la digeribilità e l’utilizzo dei nutrienti variano in base alla temperatura. Col passaggio dall’inverno alla primavera, molti allevamenti ittici subiscono un rapido cambiamento della temperatura dell’acqua: questo è considerato il periodo più delicato per l’allevamento. Il drastico aumento della temperatura influisce sul metabolismo dei pesci e mette a dura prova il loro sistema immunitario. La difficoltà di adattamento dei pesci al cambiamento di ambiente si manifesta spesso con perdita di appetito, apatia e lesioni cutanee. I pesci che hanno problemi col cambiamento delle condizioni ambientali mostrano prestazioni di crescita ridotte, con conseguenti minori profitti per gli allevatori. Al contrario, il passaggio dall’inverno alla primavera prevede cambiamento nelle operazioni di allevamento, con un aumenta dell’intensità dell’alimentazione.

Il riscaldamento delle temperature aumenta il metabolismo
Con l’aumento della temperatura dell’acqua, i pesci hanno una minore capacità di assorbire l’ossigeno dall’acqua più calda, perché la solubilità dell’ossigeno nell’acqua diminuisce con l’aumento della temperatura. Ciò è particolarmente vero per i pesci giovani, che sono più sensibili alla carenza di ossigeno rispetto agli adulti. Per far fronte a queste condizioni, i pesci hanno generalmente un’elevata capacità naturale di estrarre ossigeno dall’acqua. Pertanto, gli aumenti improvvisi della temperatura dell’acqua possono diventare un fattore di stress, soprattutto negli allevamenti più intensivi dove l’apporto di ossigeno supplementare è limitato o troppo costoso. Fisiologicamente, i pesci si adattano agli sbalzi di temperatura aumentando la respirazione e i livelli di ormoni dello stress nel sangue. È quindi essenziale sostenere l’organismo del pesce durante questo periodo potenzialmente stressante fornendo nutrienti specifici nella dieta. La maggior parte degli animali è in grado di sintetizzare la vitamina C, ma molti pesci non possono farlo. Fisiologicamente, la vitamina C è il precursore del collagene ed è quindi necessaria per la formazione del tessuto connettivo, del tessuto cicatriziale nella riparazione delle ferite e della matrice ossea. Inoltre, facilita l’assorbimento del ferro e protegge i tessuti dai danni ossidativi.
In molte specie ittiche è stato documentato un aumento della risposta immunitaria dovuto a un’elevata integrazione di vitamina C. I mangimi Spring Edition di Aller Aqua contengono una dose extra di vitamina C, che contribuisce alla formazione dei globuli rossi e stimola la produzione di collagene, facilitando l’assorbimento di ossigeno e promuovendo la guarigione della pelle e delle ferite. In definitiva, aiuta i pesci a superare la difficile transizione dall’inverno alla primavera.

Contrastare lo stress da alte temperature
Il periodo estivo è caratterizzato da temperature elevate e dal più alto metabolismo dei pesci. Le ondate di calore e le conseguenti temperature elevate dell’acqua durante l’estate mettono alla prova i pesci quando sono vicini ai loro limiti fisiologici. Di conseguenza, la stagione estiva può portare ad uno stress ossidativo nei pesci, causato dalla combinazione di temperature elevate e aumento del metabolismo dei pesci. Lo stress ossidativo è uno squilibrio tra sostanze ossidanti e antiossidanti a favore delle sostanze ossidanti, con conseguenti danni alle cellule del corpo. Per mantenere l’omeostasi, le cellule del corpo consumano più energia per contrastare lo stress ossidativo. I sintomi nei pesci includono stress da calore, riduzione dell’appetito, indebolimento delle difese immunitarie e carne di scarsa qualità. Per contrastare questi sintomi, i mangimi Summer Edition di Aller Aqua sono integrati con antiossidanti naturali per ripristinare l’equilibrio ossidativo. Gli antiossidanti hanno diversi effetti benefici, tra cui la riduzione dello stress da calore, la stimolazione del sistema immunitario, l’aumento dell’assunzione di mangime e di conseguenza del peso corporeo. Quando le temperature dell’acqua si abbassano in autunno, il metabolismo dei pesci rallenta e si riduce l’assunzione di mangime. Le specie di pesci d’acqua calda smettono di alimentarsi e si preparano ad un periodo di ibernazione senza nutrirsi. È quindi essenziale fornire all’organismo le riserve energetiche necessarie e sostenere la funzione cellulare alle basse temperature.

Precondizionamento per l’inverno
Le membrane di tutte le cellule animali e vegetali sono costituite da lipidi di membrana dei gruppi principali glicolipidi, colesterolo e fosfolipidi, che formano il tipico strato di membrana necessario per ogni forma di vita. A basse temperature, la fluidità delle membrane cellulari si riduce se non vengono rifornite di fosfolipidi ricchi di acidi grassi altamente insaturi, con conseguente riduzione dello scambio di acqua, gas e proteine. I mangimi Autumn Edition di Aller Aqua sono formulati con alti livelli di fosfolipidi, che favoriscono un’elevata digeribilità del mangime e garantiscono il precondizionamento per il periodo di ibernazione. L’apporto di fosfolipidi favorisce la fluidità delle membrane cellulari ed evita la solidificazione a basse temperature, garantendo una funzionalità cellulare ottimale.

Assunzione efficiente dei nutrienti durante la stagione più fredda
Con le basse temperature invernali, l’assunzione di mangime è ridotta, così come il metabolismo dei pesci. Di conseguenza, i nutrienti del mangime sono scarsamente utilizzati e possono essere sprecati, con un uso inefficiente di ingredienti preziosi. Durante la stagione invernale, la digeribilità del mangime può essere aumentata utilizzando emulsionanti per migliorare la digestione e l’assorbimento dei lipidi alimentari. Questo è ciò che Aller Aqua ha fatto nei suoi mangimi Winter Edition.
I lipidi presenti nel mangime vengono utilizzati in modo efficiente e non vengono espulsi nell’ambiente. Ciò è facilmente riscontrabile nella riduzione o nell’assenza di pellicole di grasso sulla superficie dell’acqua e sulle attrezzature di un allevamento ittico. Perciò, la maggiore e più rapida disponibilità di energia favorisce la crescita dei pesci anche a basse temperature dell’acqua.
Un’altra sfida è la riduzione della digeribilità delle proteine a causa del basso metabolismo. Questa sfida viene affrontata con l’aggiunta di peptidi altamente disponibili. Nel mangime, i peptidi aumentano la digeribilità della frazione proteica e la disponibilità di aminoacidi. D’altra parte, l’assorbimento dei nutrienti da parte delle cellule epiteliali dell’intestino è un processo che richiede energia. L’aggiunta di fonti energetiche altamente disponibili attiva le cellule epiteliali, aumentando la superficie reattiva dell’intestino e migliorando l’assorbimento dei nutrienti.

Mangimi adattati alla temperatura (TAF)
In conclusione, l’adattamento dei mangimi per pesci alle differenze di temperatura stagionali in un allevamento crea un grande potenziale per la crescita, la vitalità e la salute dei pesci ed è diventato un principio fondamentale nella formulazione dei mangimi di Aller Aqua. Per questo motivo Aller Aqua ha introdotto il concetto di mangimi adattati alla temperatura (TAF), che garantisce una maggiore assunzione di mangime e digeribilità dei nutrienti in tutte le stagioni. Ciò si ottiene regolando i livelli di nutrienti nel mangime per aiutare le diverse specie ittiche ad affrontare meglio le sfide poste dalle diverse temperature ambientali nel corso dell’anno. Allo stesso tempo, l’escrezione di nutrienti nell’ambiente viene ridotta al minimo.
Il concetto di mangimi adattati alla temperatura copre le quattro stagioni dell’anno e un’ampia varietà di specie ittiche (con nuove specie che vengono costantemente aggiunte). I mangimi adattati alla temperatura per le diverse specie e stagioni sono sviluppati in collaborazione con istituti di ricerca internazionali, allevamenti ittici e Aller Aqua Research.
Tutto questo è il risultato di oltre 50 anni di esperienza di Aller Aqua nell’industria dei mangimi per pesci, con mangimi per oltre 30 specie.



Dott. Robert Tillner
Product Manager
Aller Aqua Group
aller-aqua.com



Activate your subscription

To subscribe to a Magazine or buy a copy of a Yearbook