Webinar Peste suina africana, aumenta l’allerta per la suinicoltura italiana. Venerdì 16 ottobre 2020 alle ore 17

Data: 01/10/2020

Il primo caso di Peste suina africana registrato in Germania all’inizio dello scorso mese di settembre sta scuotendo tutto il settore suinicolo europeo, soprattutto per le ripercussioni economiche determinate dal conseguente blocco delle importazioni di carne suina tedesca imposto da Cina, Corea del Sud, Singapore, Giappone.

Dopo i focolai comparsi dal 2014 in numerosi Paesi dell’Est Europa che hanno poi coinvolto il Belgio, la Grecia e oggi anche la Germania, la PSA si avvicina minacciosamente all’Italia.

Il prossimo 16 ottobre, a partire dalle ore 17 e fino alle ore 18, si terrà un webinar organizzato da Expo Consulting dal titolo “Peste suina africana, aumenta l’allerta per la suinicoltura italiana”, al quale parteciperanno il dottor Francesco Feliziani, Responsabile di laboratorio presso il Centro di referenza per le pesti suine all’Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Umbria e delle Marche; il dottor Silvio Zavattini, medico veterinario e Thomas Ronconi, allevatore e presidente dell’Associazione nazionale allevatori suini (Anas).

La mancanza di una cura ad hoc e soprattutto di un vaccino, su cui il mondo scientifico comunque sta lavorando a livello internazionale, rende la PSA una malattia particolarmente pericolosa per il comparto suinicolo. Attualmente nel mondo è comparsa con effetti devastanti in Asia, in Africa, nella regione del Pacifico e in Europa, e ovunque la sua diffusione ha determinato l’abbattimento dei maiali presenti negli allevamenti infettati: solo in Asia, Cina in testa, sono stati abbattuti fino a oggi oltre 5 milioni di suini.

A ulteriore dimostrazione della sua pericolosità, nelle scorse settimane la Fao e l’Oie (rispettivamente Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura e Organizzazione mondiale della sanità mondiale) hanno stretto un accordo che prevede il sostegno agli Stati per prevenire, fronteggiare ed eradicare gli eventuali focolai adottando gli standard messi a punto dall’Oie e applicando in allevamento le migliori pratiche di biosicurezza frutto delle più recenti evidenze scientifiche.

È quindi indiscutibile che la PSA non può essere derubricata a problema di second’ordine per un settore trainante dell’agroalimentare made in Italy quale è quello suinicolo. Ed è per questo che Expo Consulting ha deciso di dedicare al tema un webinar che avrà una sua più approfondita appendice il 2 dicembre 2020 con la Giornata della Suinicoltura, prevista sia in forma presenziale che digitale nel pieno rispetto delle disposizioni antiCovid stabilite a tutela della salute dei partecipanti. L’evento si terrà a Reggio Emilia presso il Centro Loris Malaguzzi e prevede come sempre la partecipazione dei maggiori esperti del settore, nazionali e internazionali, che a vario titolo approfondiranno i temi previsti nel programma.

Il webinar è gratuito e la partecipazione prevede: la registrazione a questo link:
https://forms.office.com/Pages/ResponsePage.aspx?id=b2ZW03gEWESA6lYNt2Ihwh_40pzH6ltEt4i8wGKr5ChUQ0JVS0UxTkpYTktNRU9SNDBMQkMwUUo0OSQlQCN0PWcu

Stampa print