Assemblea Generale API 2020

Data: 02/08/2020

Presso la sede API, in videoconferenza, si è tenuta giovedì 23 luglio l’Assemblea Ordinaria dell’Associazione Piscicoltori Italiani 2020 importante momento per verificare l’attività svolta, gli indirizzi dell’esercizio 2020/2021, ma soprattutto per valutare la situazione economico-gestionale del comparto a seguito dell’emergenza COVID-19.

Il Presidente nella sua relazione ha esposto le principali attività svolte - tra le non poche difficoltà - a tutela dei piscicoltori italiani in questo periodo di emergenza sanitaria.
Ha quindi rilevato come l’API, pur con mezzi ridotti, ha difeso, difende e difenderà l’Acquacoltura. L’API ha saputo lottare trasversalmente per far valere la propria identità e porre in risalto i problemi e le difficoltà di gestione degli allevamenti ittici, che la crisi determinata da COVID-19 ha messo a dura prova.

L’API ha cercato di essere costantemente in contatto con tutte le Istituzioni, facendo presente in maniera propositiva soluzioni per la salvaguardia dell’acquacoltura italiana.
E' passato poi ad una breve analisi dei mercati dove ha rilevato come agli inizi del mese di marzo sono state praticamente azzerate le vendite nel Ho.Re.Ca., come pure bloccate sono risultate l’attività dei laghetti di pesca sportiva e l’attività di ripopolamento di acque pubbliche, che hanno ripreso solo verso la fine di maggio. L’impatto della crisi si è sentito prevalentemente nell'attività di allevamento in acqua dolce, nelle avannotterie di acqua marina e molluschicoltura.

L’emergenza COVID-19 ha accresciuto la sensibilità del consumatore i prodotti locali, nazionali, con elevato valore salutistico: l’API, in tal senso, ha rafforzato la sua presenza sui social media per informare sulla nostra attività e promuovere i prodotti dell’acquacoltura italiana.

L’API, in modo capillare, è in continuo contatto con addetti del settore, amministrazioni, mondo scientifico e consumatori, utilizzando vecchi e nuovi strumenti: informa, comunica e promuove l’acquacoltura e i suoi prodotti.

Il Presidente si è pronunciato a favore di una corsia privilegiata per i giovani e per le donne che vogliono avvicinarsi al mondo dell'acquacoltura, e sull'importanza di campagne promozionali mirate per i prodotti ittici nazionali. Inoltre ha sottolineato l’importanza della formazione: è indispensabile che il personale della "filiera acquacoltura" riceva una formazione continua ed aggiornata attraverso le associazioni di categoria, utile a migliorare la gestione delle attività durante i periodi di crisi.

In conclusione del suo intervento il Presidente API Salvador ha voluto elencare le priorità per acquacoltura, che ha espresso al Presidente Conte, agli Stati Generali dell'Economia, nell'ambito della quinta giornata di "Progettiamo il Rilancio", giovedì 18 giugno u.s.:

• Attivare a breve termine forme di compensazione per le imprese d'acquacoltura che maggiormente hanno sofferto della crisi COVID-19, utilizzando i fondi stanziati dal Governo ed il fondo FEAMP alla luce dell'aumentata flessibilità attribuita dalla Commissione UE al fondo FEAMP (Reg. 560/2020).
• Applicare forme di semplificazione burocratica, attivando lo "sportello unico" per l'acquacoltura.
• Risolvere l'annoso problema dei canoni demaniali.
• Promuovere i prodotti ittici "Made in Italy" facendo leva su sicurezza, freschezza, qualità, trasparenza.
• Rendere obbligatoria la tracciabilità e l'etichettatura anche per i prodotti somministrati attraverso l'Ho.Re.Ca.

I lavori dell’Assemblea sono proseguiti con l’esame e l’esposizione del bilancio consuntivo al 31/12/2019 e l’illustrazione delle modifiche al bilancio preventivo 2020, l’assemblea ha approvato all’unanimità entrambi.

L’Assemblea ha quindi seguito con attenzione l’intervento della Dottoressa Cristina Tinelli, Responsabile dell’Ufficio di Confagricoltura di Bruxelles, sul tema di “Il Green Deal europeo: Adoperarsi per essere il primo continente a impatto zero sul clima”.
E’ possibile consultare le slides dell’intervento della Dottoressa Tinelli attraverso il seguente link https://bit.ly/30YsTCk


Fonte:
http://www.api-online.it

Stampa print