UE: prevista una produzione record di carne suina nel 2020, analisi delle proiezioni

Data: 13/03/2020

Si prevede che l'UE raggiungerà un nuovo record nel volume delle carni suine entro il 2020. La Spagna sta superando la Germania come il più grande produttore di carne suina nell'UE.

Mentre per il 2020 non è prevista una produzione record di suinetti per l'UE, combinata con un ulteriore aumento dei pesi al macello, la produzione suina dovrebbe raggiungere il record più alto registrato ufficialmente.

Il consumo interno continua a diminuire nella maggior parte degli Stati membri dell'UE, in particolare in Germania, con quasi quattro milioni di tonnellate (equivalente in peso carcassa) di carne suina per l'esportazione. Di conseguenza, più del 16% della produzione nazionale verrà esportata verso i paesi terzi, e la Cina sarà la destinazione per i produttori di suini dell'UE. Nonostante l'aumento della domanda di esportazione, la produzione di carne suina dovrebbe diminuire in Germania, Francia, Bulgaria e Ungheria. Sulla base di nuovi investimenti, la Spagna dovrebbe superare la Germania come principale produttore di carne suina nell'UE.

In risposta alla domanda cinese di carne suina, il numero di scrofe nell'UE è aumentato nel 2019. A sua volta, la domanda di suinetti è ripresa (ma solo dopo aver ridotto il numero delle scrofe di 380.000). Questo deficit colpisce il prezzo dei suinetti, che è triplicato dalla fine del 2018. La diffusione della peste suina africana (PSA) in Cina dall'estate del 2018 ha aumentato la domanda di carne suina dall'UE e, a sua volta, la domanda di suinetti da ingrasso. Sulla base di condizioni di mercato eccezionalmente buone per il settore suinicolo nel 2019, l'inventario delle scrofe dell'UE è stato ampliato di 216.000 capi.

Nel 2020, si prevede che nell'UE saranno macellati 259,7 milioni di capi di suini, e si prevede che le macellazioni spagnole superino quelle tedesche. Nel 2019 in Spagna, ha iniziato ad operare un nuovo impianto che, con un'attività di 30.000 capi al giorno, sarebbe diventato il più grande macello di suini nell'UE.

Mentre la produzione europea di suini si sta espandendo, il consumo interno diminuisce di circa 20,8 milioni di tonnellate (equivalente peso carcassa). Il consumo diminuisce leggermente nella maggior parte dei paesi, ma significativamente in Germania. Il consumo interno totale dovrebbe scendere a circa 20,3 milioni di tonnellate nel 2020, lasciando 3,9 milioni di tonnellate disponibili per l'esportazione. Nel 2020, il 16,1% della produzione nazionale dovrebbe essere esportato verso paesi terzi, con la Cina come destinazione principale per gli esportatori di carne suina dell'UE.


(www.fas.usda.gov - 3tre3.it)

Stampa print