I formaggi italiani alla conquista del Giappone. Ita-Agenzia e Assolatte insieme per promuovere i nostri prodotti nel paese del Sol Levante

Data: 27/06/2019

Iniziata con il Punto Formaggi allestito all’interno del Padiglione Italia presso la Fiera Foodex Japan nel marzo del 2019, prosegue l’attività di promozione e comunicazione che ha come protagonisti i nostri formaggi. È in corso oggi a Tokyo, presso l’hotel Gajoen, la degustazione B2B che presenta un’ampia varietà di formaggi. Abituati principalmente ai formaggi fusi, più conosciuti e consumati, il pubblico giapponese può degustare e apprezzare anche i grandi formaggi italiani a pasta morbida, dura, semidura.

Sono coinvolte 26 aziende tra produttori italiani e importatori giapponesi e 70 tra prodotti caseari e formaggi, con e senza Indicazione geografica. Previste anche 2 Tasting Master Class condotte dalla famosa esperta giapponese del settore, Ms. Miyuki Murase, che hanno come tema “Come apprezzare e far comprendere la squisitezza del formaggio italiano”. Ci saranno due sessioni: una dedicata ai formaggi del Nord Italia ed un’altra a quelli del Centro/Sud Italia.

Le esportazioni casearie in Giappone, conferma Assolatte, crescono di anno in anno con tassi interessanti. Nel 2018 l’export ha raggiunto le 10mila tons per un valore di 71 milioni di euro. L’Italia è il quinto esportatore di formaggi in Giappone. Il leader resta l’Australia, seguito da Nuova Zelanda, Usa e Paesi Bassi. Siamo primi invece per i formaggi erborinati, con una quota del 52%.I formaggi italiani più esportati in Giappone sono le mozzarelle e gli stagionati Grana Padano e Parmigiano Reggiano.



mtm - 8129
Milano, MI, Italia, 25/06/2019 12:49
© EFA News - European Food Agency Srl

Stampa print