Indovina il peso del coniglio, alla Fiera Agricola del Santerno quasi 2000 partecipanti

Data: 19/06/2019

Un totale di 1.783 schede. Tante sono state quelle che all’ultima edizione della Fiera Agricola del Santerno, svoltasi a Imola (BO) dal 14 al 16 giugno scorsi, hanno partecipato al concorso “Indovina il peso del coniglio”, iniziativa organizzata dall’Associazione regionale allevatori dell’Emilia Romagna (Araer) che ha organizzato l’esposizione cunicola con 42 esemplari appartenenti a 17 diverse razze iscritte al Registro anagrafico, gestito dall’Associazione nazionale coniglicoltori italiani, e che all’interno del suo stand aveva allestito l’urna per la raccolta delle schede.
Due i premi in palio, un buono spesa da 100 euro e uno da 50 euro da spendere in uno dei negozi presenti al Centro Commerciale Leonardo di Imola, da assegnare al primo e al secondo classificato che si sono maggiormente avvicinati al reale peso del coniglio.
Davanti al direttore Araer, Claudio Bovo, nel tardo pomeriggio di domenica 16 giugno i tecnici dell’Associazione regionale allevatori dell’Emilia Romagna hanno dato avvio all’operazione di pesatura del coniglio gigante in gara, il cui peso accertato è stato di 6,650 kg.
Le due concorrenti che si sono aggiudicate i premi, Elisa Palmieri e Maria Antonietta Valenzano, entrambe di Imola, hanno indicato il medesimo peso: 6,620 kg. Si è quindi proceduto a un’ulteriore estrazione per assegnare il primo e il secondo premio che sono andati rispettivamente a Elisa Palmieri e a Maria Antonietta Valenzano.
La grande quantità di schede partecipanti al concorso ha sancito il successo dell’iniziativa, inserita in un contesto che anche quest’anno ha richiamato un pubblico particolarmente numeroso, appassionato di conigli ma anche di cavalli, bovini, asini, attrezzature e macchine agricole, una vasta esposizione che arricchendosi di anno in anno aumenta la sua proposta professionale.
Lo stand Araer dove erano ospitati i conigli è stato tra i più visitati, soprattutto dai bambini, letteralmente conquistati dalla bellezza e dalla tenerezza dei conigli esposti. Si è trattato di un momento molto sentito anche da parte delle famiglie, che grazie all’iniziativa organizzata dall’Associazione regionale allevatori dell’Emilia Romagna hanno avuto la possibilità di interagire con un mondo molto affascinante ma non sempre adeguatamente conosciuto.
Tutti i conigli in esposizione appartengono alla più elevata genealogia e fanno riferimento al Registro anagrafico, lo strumento indispensabile per la tutela e la salvaguardia delle 43 razze iscritte, di cui gli animali esposti alla Fiera Agricola del Santerno di Imola sono stati una delle espressioni più significative.

Stampa print