Nuovo FEAMP in arrivo: tornano gli incentivi alle demolizioni

Data: 19/04/2019

Presentato ieri al Tavolo di Consultazione Permanente della Pesca e dell'Acquacoltura il nuovo strumento finanziario che sostituirà il FEAMP a partire dal 1.1.2021. Il nuovo Fondo sarà improntato a maggiore autonomia in favore degli Stati Membri e conterrà un numero inferiore di misure rispetto al passato.

Federpesca, nel suo intervento al Tavolo, ha auspicato che la gestione del Fondo risulti maggiormente flessibile ed efficace con riguardo agli interessi delle imprese di pesca, considerate le esperienze proprie degli ultimi regolamenti. La maggior parte delle misura, per la Federazione, dovrebbero funzionare "a sportello", piuttosto che attraverso bandi che - a causa della complessità delle procedure - risultano per lo più inadeguati ad accompagnare gli investimenti delle imprese.
Buone notizie sul fronte delle demolizioni, uno strumento che, a prescindere dall'effettivo accesso rimesso alla volontà degli armatori, rappresenta una vera e propria garanzia patrimoniale, specie nei rapporti con il credito.

L'arresto definitivo sarà reintrodotto con il nuovo Fondo, ma il sistema di incentivo alle demolizioni potrà operare molto prima (ottobre 2019, presumibilmente) per effetto della volontà della Commissione UE di ridurre la capacità di pesca nelle acque che rientrano nel Piano di Gestione del Mediterraneo Occidentale (marinerie del Tirreno, compresa la Sardegna, e della Sicilia Occidentale).


(Federazione Nazionale delle Imprese di Pesca)

Stampa print