Azienda Usa ritira dal mercato circa 800 chili di salsicce denominate "Italian Sausage"

Data: 11/01/2019

JH Routh Packing Co., uno stabilimento di Sandusky, Ohio, Stati Uniti, ha ritirato dagli scaffali circa 1.719 libbre (più o meno 800 chili) di prodotti a base di macinato di maiale crudo e spezie (in sostanza salsicce) che potrebbero essere contaminati da corpi estranei, in particolare gomma. A renderlo noto ieri il Dipartimento per l'agricoltura e la sicurezza alimentare americano (Fsis). Si tratta di cibo da consumare previa cottura prodotto e confezionato nello stabilimento in questione dall'1 al 4 gennaio 2019.

Le confezioni sono in diversi formati e contengono una differente tipologia e dimensioni delle salsicce, comprese le "Daisyfield Brand Italian sausage", o "Salsicce italiane", distribuite in punti vendita in Kentucky, Ohio e Pennsylvania. L'azienda si è accorta della contaminazione ed ha informato l'Fsis il 7 novembre scorso, e ieri è stato disposto il ritiro dei lotti. Ma la preoccupazione è che che alcune confezioni possano trovarsi ancora presso alcuni rivenditori o peggio nei frigoriferi o congelatori di ignari clienti.


red - 6027
Washington, Usa, 10/01/2019 12:54
© World Food Press Agency Srl

Stampa print