Il Pesce nr. 1, 2020

Rubrica: Il pesce in rete

Articolo di Benedetti E.

(Articolo di pagina 34)

Social fish

1. iFish, tutto sulla pesca in Europa 2. Friend of the Sea versione App 3. OP Orbetello Acquacoltura, un feed che emoziona 4. Specialisti del vivo, qualitĂ  anche on-line


1. iFish, tutto sulla pesca in Europa

Non solo dati e numeri, analisi e profili di settore per Paese, ma anche cultura, tradizioni, racconti, storie di vita tutte accomunate da una professione, quella del pescatore. Gli operatori dell’industria della pesca in EU, 116.000 pescatori e 115.000 operatori addetti alla lavorazione del pesce, sono raccontati in iFish.info, portale europeo realizzato da Europêche con la partecipazione di numerose organizzazioni di settore. Da vedere e rivedere.


2. OP Orbetello Acquacoltura, un feed che emoziona

Ecco un profilo Instagram come si deve, da prendere a esempio per qualità delle immagini, tono della comunicazione e feed sempre curato. La OP Orbetello Acquacoltura (www.orbetelloacquacoltura.com) porta le proprie spigole, orate e ombrine boccadoro d’allevamento sulle tavole di tantissimi estimatori che possono seguire questa realtà anche su instagram.com/orbetelloacquacoltura. Molto bella l’idea di raccontare attraverso immagini che catturano i gesti tutta la professionalità di questi acquacoltori di Orbetello. Bravissimi!


3. Friend of the Sea versione app

Con l’app Find Friend Of the Sea Seafood puoi trovare ristoranti che servono prodotti ittici sostenibili da pesca ed acquacoltura certificate. Questa applicazione, scaricabile gratuitamente sull’Apple Store, fornisce anche informazioni sul progetto Friend of the Sea, l’organismo certificazione di prodotti ittici e servizi da pesca e acquacoltura sostenibili. Utile e di facile consultazione.

 

4. Specialisti del vivo, qualità anche on-line

Vuoi sapere tutto sui crostacei, frutti di mare e pescato? Vai su www.specialistidelvivo.com, il portale che SDV, azienda specializzata nell'importazione e commercializzazione di crostacei vivi e prodotti ittici di qualità, ha recentemente rinnovato. Per ogni singolo prodotto è disponibile una scheda informativa che riporta denominazione, genere e specie, zona di cattura, metodo di pesca, pezzatura, mantenimento in vasca, stagionalità, disponibilità e periodo di pesca, allergeni, spedizione e imballaggio, caratteristiche chimiche, e, non ultimo, informazioni sulla sicurezza alimentare. Insomma, praticamente tutto! SDV distribuisce i propri prodotti attraverso i principali grossisti, Cash & Carry, Ho.re.ca. ed è presente nelle migliori pescherie del Belpaese (in foto, il Granchio Reale King Crab; photo © SDV).

 

Altre notizie

 

Stop al pesce non identificato: presentate una carta d’identità per i ristoratori e una nuova app firmata UeCoop

Una carta d’identità del pescato e una app dedicata è il nuovo progetto lanciato dall’Unione Europea delle cooperative (Uecoop) e dalla Federazione Italiana Cuochi (Fic) presentato recentemente all’istituto alberghiero Marco Polo di Genova. Si tratta del primo documento d’identità del pescato che ha l’obiettivo di fornire ai clienti dei ristoranti tutte le caratteristiche del pesce che hanno mangiato. Questo progetto pone al centro la valorizzazione del pescato locale, puntando anche su pesci meno richiesti dai consumatori perché poco conosciuti. «Abbiamo sollecitato i nostri ristoratori ad utilizzare il pescato locale a cui abbinare prodotti agricoli locali e ovviamente stagionali» ha detto all’Ansa Daniela Borriello di Uecoop. «Il nostro mare è ricco di qualità di pesce che purtroppo non sono conosciute dal consumatore, per cui non sono richieste e, di conseguenza, i nostri pescatori non le pescano. Tra queste vi sono tutti quelli appartenenti alla famiglia del pesce azzurro come i sugarelli, le boghe, le palamite. Il nostro obiettivo è quello di incentivare i ristoratori a preparare piatti con i nostri prodotti ittici, questo aiuta il nostro ecosistema, indirizzando la pesca verso questi tipi di pesce, che ce ne sono tanti e costano poco oltre a essere buoni».

App 5 pesci
Oltre alla carta di identità del pescato è stata realizzata anche una app per smartphone e tablet, App 5 pesci, che raccoglie ricette, descrizioni sui prodotti ittici e sulle varie cooperative di pesce. La valorizzazione e la promozione del consumo sostenibile delle specie ittiche locali e nazionali ora hanno uno strumento tecnologico in più grazie questa nuova app: in un clic si accede facilmente alle cooperative di settore associate divise per regione. Si possono anche trovare informazioni utili sulla stagionalità del pesce italiano, le ricette per sperimentare in cucina ma soprattutto la carta di identità dei prodotti ittici, con l’indicazione chiara delle zone di origine del pescato e tutte le informazioni che è possibile trovare in etichetta, sia obbligatorie che facoltative.
L’app è parte di un più ampio progetto nell’ambito del “Programma Nazionale Triennale della Pesca e dell’Acquacoltura 2017-2019” realizzato da UeCoop con il contributo del Mipaaf e in collaborazione con la Federazione Italiana Cuochi. Sono infatti state coinvolte dieci regioni italiane (Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna, Marche, Campania, Molise, Puglia, Calabria, Sardegna) in attività formative e assistenza tecnica agli operatori, sensibilizzazione di cuochi e ristoratori, coinvolgimento di mass media e istituzioni locali fino ad arrivare al grande pubblico grazie alle varie attività divulgative. Tra gli obiettivi attesi c’è una positiva ricaduta sulla stagnazione dei consumi di pesce che hanno registrato crescita zero nel primo semestre del 2019 e una decisa inversione di tendenza rispetto alle massicce importazioni dall’estero, che attualmente raggiungono l’80% del prodotto totale.

>> Link: www.uecoop.orgwww.fic.it

Stampa print