Il Pesce nr. 1, 2020

Rubrica: Fiere

(Articolo di pagina 122)

La FAO ad Aquafarm per un’acquacoltura responsabile

Consumatori sempre più consapevoli dell’impatto delle proprie scelte di acquisto
Euromonitor International ha pubblicato un report all’inizio del 2019 in cui analizza le principali tendenze di consumo che andranno ad affermarsi nei prossimi anni. Il consumatore consapevole ha una preferenza di acquisto per prodotti derivati da attività con una bassa ricaduta ambientale e ne controlla l’origine geografica. Lo stesso studio evidenzia che il 55% della Generazione Z (i nati tra il 1995 e il 2010) e il 65% dei Millennials (i nati tra il 1981 e il 1995) sono consapevoli di poter contribuire positivamente alla riduzione dell’impatto ambientale sul mondo in cui viviamo. Queste scelte di consumo incalzano le aziende a rispondere con prontezza modificando la filiera produttiva, di approvvigionamento e la stessa offerta di prodotti. Per le associazioni di settore significa supportare le imprese in questo cambiamento lavorando insieme per trasmettere corrette informazioni ai consumatori e all’opinione pubblica.
Proprio sulle buone pratiche si concentrerà la conferenza Aquaculture farmers and farmer organizations: promoting good practices to boost responsible aquaculture organizzata dalla FAO/GFCM (General Fisheries Commission for the Mediterranean, il più importante organismo internazionale che si occupa di agroalimentare, pesca e acquacoltura), in occasione di AquaFarm 2020, l’appuntamento annuale per gli operatori dell’intera filiera dell’acquacoltura giunto alla sua quarta edizione, il 20 febbraio a Pordenone Fiere. «È molto importante per noi ospitare la FAO/GFCM» afferma Renato Pujatti, presidente di Pordenone Fiere. «Un’ulteriore conferma che AquaFarm è un punto riferimento centrale per il comparto acquacoltura italiano, europeo e di tutto il Mediterraneo». Un primo momento della conferenza sarà dedicato alle buone pratiche per rendere l’acquacoltura un’attività sempre più responsabile, all’importanza della cooperazione tra acquacoltori e associazioni di settore, alla comprensione delle dinamiche che influenzano la percezione pubblica sui prodotti dell’acquacoltura. La seconda parte prenderà invece in esame la condivisione dei progressi, in ambito internazionale e nazionale, e di esperienze che hanno portato a un aumento della responsabilità sociale delle imprese. Responsabilità che diventa un anello importante della catena del valore del settore acquacoltura e pesca e un punto di forza per gli allevatori per far fronte alle principali sfide relative a mercato, concorrenza, regolamentazioni, ambiente, salute e benessere degli animali, riconoscimento sociale dell’acquacoltura e sviluppo economico.

Motore di ricerca per l’acquacoltura
In soli tre anni AquaFarm è diventata la manifestazione di riferimento sia per l’acquacoltura italiana sia per quella europea e del bacino mediterraneo. Nell’edizione 2020 saranno condivisi i risultati dei progetti di ricerca finanziati da Horizon 2020, Erasmus+, InterReg e FEAMP, grazie al piano strategico europeo 2014-2020. L’innovazione tecnologica indotta dalla ricerca settoriale applicata deve e dovrà portare sempre più verso la sostenibilità ambientale, economica e sociale dell’acquacoltura, acquisendo un significato maggiore in quanto correlata alla produzione di alimenti. In questo caso, infatti, entrano in campo necessariamente altri fattori, quali la qualità, la sicurezza alimentare, la tutela del consumatore e la conseguente corretta informazione.
AquaFarm ha sempre riservato alla ricerca un ampio spazio: quest’anno un’intera sessione le sarà dedicata. Coordinatori e partner di diversi progetti illustreranno i risultati direttamente applicabili in allevamento o volti all’ottimizzazione dei processi di filiera. Molte delle università, istituti di ricerca, associazioni e imprese italiane, presenti anche nello spazio espositivo della manifestazione, sono partner attivi di consorzi di ricerca finanziati nell’ambito dei programmi Horizon 2020, Erasmus+, InterReg o nazionali

Aquafarm – NovelFarm
19-20 febbraio
Pordenone Fiere

>> Link: www.aquafarmexpo.it

Stampa print