Premiata Salumeria Italiana nr. 6, 2020

Rubrica: Aziende

(Articolo di pagina 38)

Sotto il segno della pancetta

NovitĂ  in casa Italia Alimentari

Il 2020 si è rivelato un anno ricco di novità per Italia Alimentari Spa, la società del Gruppo Cremonini specializzata nella produzione e lavorazione di salumi e snack. L’azienda, infatti, ha deciso di riaprire le porte della sua storica Pancetteria, all’interno dello stabilimento Ibis di Busseto (PR), dove la produzione di pancette aveva avuto inizio nel 1963. All’epoca, il piccolo stabilimento era dedito alla produzione esclusiva di pancette e, grazie alle sapienti mani di circa dieci persone, vennero create ricette che presto diventarono amatissime in tutta Italia, come la pancetta coppata San Giacomo. Negli anni lo stabilimento crebbe, cominciando a produrre anche mortadelle, salami, prosciutti cotti e altre specialità Igp e Dop, mentre la piccola Pancetteria diventò sempre meno centrale. Fino a questo momento.

Italia Alimentari oggi può dare alla Pancetteria il massimo supporto grazie al controllo totale sulla filiera, ovvero accostare al saper fare tradizionale, una tecnologia che garantisca la massima qualità della materia prima. A marzo 2020, infatti, l’azienda ha acquisito la Castelfrigo LV, con stabilimento sito a Castelnuovo Rangone, in provincia di Modena, specializzato nella lavorazione della carne suina fresca, in particolare pancette e gole. Leader nel settore, Castelfrigo si contraddistingue per la grande tecnologia e automazione, che garantiscono altissimi livelli in termini di selezione, qualità e standardizzazione della materia prima.

«L’obiettivo di Italia Alimentari è riunire in Ibis un vissuto di più di 50 anni fatto di persone, territori e sapori, coniugando la salvaguardia del saper fare delle lavorazioni tradizionali coi processi tecnologici all’avanguardia di cui disponiamo» dichiara Mauro Fara, AD Italia Alimentari Spa.

La materia prima in arrivo da Castelfrigo entra nella Pancetteria Ibis, dove viene lavorata e diventa:

 

Italia Alimentari: stabilimenti, politica multicanale e investimenti in innovazione

L’azienda conta, in Italia, 4 stabilimenti:

  1. quello di Busseto (PR) è dedito alla produzione della salumeria classica, mortadelle, salami, cotti, coppe e delle specialità di Parma, culatello, culatta, felino e oggi anche pancette;
  2. un secondo a Postalesio (SO), in Valtellina, dedito alla produzione di bresaole e carpacci;
  3. il terzo a Gazoldo degli Ippoliti (MN), un dipartimento tecnologicamente molto avanzato specializzato nell’affettatura dei salumi e nella produzione di snack;
  4. il quarto a Mandatoriccio (CS), in Calabria, specializzato nella produzione di specialità calabresi.

«Una territorialità che consente a Ibis e agli altri marchi dell’azienda (come Corte Buona) la produzione di alti volumi di prodotti Igp e Dop, oltre alla possibilità di un assortimento davvero ampio» puntualizza l’AD di Italia Alimentari. L’azienda, grazie alle proprie certificazioni, oggi esporta in 50 Paesi del mondo e ha uno stabilimento di affettatura nella zona di Toronto, in Canada. «Nel canale tradizionale lavoriamo ancora molto e in tutta Italia e per i prossimi mesi abbiamo in serbo alcune attività volte a valorizzare il rapporto con i nostri clienti».

>> Link: www.ibis-salumi.com

 

Didascalia: pancetta arrotolata San Vito Ibis.

Stampa print