Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 1, 2021

Rubrica: Nutrizione
(Articolo di pagina 74)

Il prosciutto Crudo di Cuneo DOP nella Dieta Mediterranea: sempre meno sale, sempre più gusto

La nutrizionista Sara Cordara (www.nutrizionismi.it) illustra i tanti benefici del Crudo di Cuneo Dop: dal ridotto contenuto di sodio all’ottimo apporto proteico, caratteristiche che lo rendono adatto a tutti i regimi alimentari

Dal ridotto contenuto di sodio all’ottimo apporto proteico: Sara Cordara (www.nutrizionismi.it), biologa nutrizionista specializzata in Scienza dell’alimentazione umana ed esperta in nutrizione e integrazione sportiva, ci illustra di seguito i tanti benefici del Prosciutto Crudo di Cuneo Dop, un’eccellenza piemontese adatta a tutti i regimi alimentari.

 

Tante proteine e vitamine per tutte le fasce d’età

«Il Prosciutto Crudo di Cuneo Dop, grazie all’ottimo contenuto proteico (circa il 29%), al ridotto contenuto di sodio e di colesterolo e alla presenza di vitamine del gruppo B, che aiutano a ridurre stress e stanchezza, è consigliabile alla popolazione di tutte le fasce di età» sostiene la dottoressa Cordara. «Dai bambini agli anziani (il prosciutto crudo ha infatti un coefficiente di digeribilità attorno al 97%), passando anche per gli sportivi, merito del marcato contenuto di sali minerali e delle proteine, altamente ricche di amminoacidi essenziali e anche di “ramificati” come valina, leucina e isoleucina».

 

Poco sale, molto gusto

«Nel Crudo di Cuneo Dop troviamo circa 4,5 g di sale in 100 g di prodotto: questo giustifica il suo sapore dolce e delicato» puntualizza Sara Cordara. «Detto ciò, non c’è ragione per rinunciare al rito dell’antipasto all’italiana, quello in cui troneggiano fette di prosciutto insieme alle verdure in sottolio, in pinzimonio e sottaceto. Ma bisogna considerarlo un piatto unico, perfetto per un pasto semplice e veloce e, soprattutto, sfizioso».

 

Abbinamenti consigliati, tutti da sperimentare

«Per abbassarne la “salinità” puntate sulla frutta, in quanto l’acqua e il potassio di cui è ricca favoriscono l’eliminazione del sodio presente nei salumi» suggerisce la nutrizionista. «Provate e sperimentate coppie insolite, come prosciutto crudo e ananas o pompelmo o uva bianca o frutti di bosco o ancora mango e papaia. Oltre a stemperare la sapidità dei salumi, la frutta apporta fibre e vitamina C, facilitando così l’assorbimento del ferro presente nei salumi stessi. Ovviamente, come accennavo prima, nello stesso pasto meglio consumare alimenti poco sapidi, come il pane toscano senza sale».

 

L’importanza della Dieta Mediterranea

«Mangiare sano sposando la Dieta Mediterranea significa mettere in tavola pasti equilibrati, ossia che apportino determinate quantità di carboidrati, grassi e proteine. L’equilibro dei nutrienti garantisce benessere e giusto senso di sazietà. Ad esempio, una buona e sana merenda per i bambini può essere il classico panino con il prosciutto, preparato con 50 grammi di crudo e 100 grammi di pane (preferibilmente integrale, più ricco di fibre); apporta inoltre una buona quantità di proteine e carboidrati. Nutrizionalmente però non è completo: meglio aggiungere delle verdure grigliate o qualche foglia di insalata, con un cucchiaio di olio extravergine di oliva e succo di limone, un ottimo antiossidante capace di favorire l’eliminazione del sale attraverso le urine. Se desiderate consumare il prosciutto crudo per colazione affiancatelo con due fette di pane di segale tostato e un frutto fresco».

 

Per avere maggiori informazioni consultate il sito www.prosciuttocrudodicuneo.it

Photogallery

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore