Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 5, 2020

Rubrica: La QualitĂ 
(Articolo di pagina 68)

Prosciutto di Parma, una Dopo che fa bene

Oggi si parla sempre più spesso di mangiar bene alludendo non soltanto a cibi buoni e appetitosi, ma anche sani, e quindi ad uno stile di vita basato su un’alimentazione corretta ed equilibrata. Genuinità, bontà e benessere sono dunque tutti elementi che il consumatore oggi ricerca nei prodotti che acquista. È infatti particolarmente attento in questa fase e preferisce investire sulla qualità con un consumo più consapevole rispetto al passato. Il Prosciutto di Parma risponde perfettamente a queste esigenze, poiché è in grado di portare ogni giorno la qualità a tavola e garantisce sicurezza e piacere al consumatore.

Il Prosciutto di Parma è una Dop, un prodotto controllato e tutelato da leggi nazionali e comunitarie in virtù del suo inscindibile legame con la zona geografica di cui porta il nome. Può essere prodotto esclusivamente un’area estremamente limitata che comprende il territorio della provincia di Parma. Solo qui è possibile produrre il Re dei Prosciutti, perché in questa area hanno luogo tutte le condizioni climatiche ideali per la stagionatura naturale del Prosciutto di Parma.

Le aziende produttrici legate al Consorzio del Prosciutto di Parma lavorano nel pieno rispetto delle rigide regole imposte dal Disciplinare di produzione a salvaguardia della tradizione e della qualità di un prodotto completamente naturale che utilizza soltanto carne di suino rigorosamente nato e allevato in Italia e sale marino.

Il Prosciutto di Parma è un alimento buono ma anche sano perché non contiene conservanti né additivi generalmente utilizzati nella preparazione di altri alimenti a base di carne; è un prodotto che unisce al gusto e alla sua inconfondibile e famosa dolcezza anche un alto valore nutrizionale.

Grazie ai pochi grassi, a molti sali minerali, alle vitamine e proteine facilmente digeribili, risulta un alimento adatto a tutti, compresi bambini, anziani e sportivi.

È altamente digeribile grazie al contenuto di proteine di ottima qualità e alla naturale proteolisi che avviene durante la stagionatura; aiuta gli sportivi grazie all’azione detossificante e anti-fatica degli amminoacidi liberi che concorrono alla riparazione del danno muscolare dovuto all’usura che il muscolo subisce durante il movimento; contribuisce a combattere e inibire l’azione dei radicali liberi, principale causa di invecchiamento e malattie degenerative, e a ripristinare l’equilibrio fisiologico dell’organismo, grazie alla presenza di antiossidanti naturali, come la vitamina E e il selenio. Protegge inoltre dalle patologie cardiovascolari grazie all’elevato contenuto di acidi grassi insaturi, quei grassi buoni che fanno bene alla salute, come l’acido oleico, e contribuisce al raggiungimento dei livelli giornalieri di assunzione raccomandati di vitamine del gruppo B, fornendo anche una buona quota di preziosi minerali facilmente assorbili dall’organismo.

 

In cucina

Per apprezzare davvero il Prosciutto di Parma bisogna gustarlo da solo o con pane e grissini, servito a fette molto sottili e senza eliminare tutto il grasso che ne esalta la dolcezza e il sapore. Anche la frutta è un ottimo abbinamento: dal classico melone, ai fichi o alla frutta esotica. Naturalmente in cucina è un ingrediente prezioso che si presta a tanti abbinamenti e preparazioni gastronomiche anche molto innovative. Come la ricetta che trovate nel box che segue. L’autunno si avvicina. Mettiamo la zucca in tavola con un risotto gustoso e saporito grazie ai contrasti sapidi di Gorgonzola e Prosciutto di Parma.

 

Risotto alla zucca, Gorgonzola, salvia e Prosciutto di Parma

 

Ingredienti per 4 persone

  • 1 cipolla finemente tritata
  • 1 spicchio d’aglio schiacciato
  • 3 cucchiai d’olio d’oliva
  • 20 g di salvia in foglie
  • 200 g di riso per risotto
  • 200 g di zucca a cubetti
  • 50 ml di vino bianco
  • 550 ml di brodo vegetale
  • 50 g di Gorgonzola piccante
  • 4 fette di Prosciutto di Parma
  • Sale e pepe nero pestato in mortaio

 

Procedimento

Fate appassire la cipolla e l’aglio in 2 cucchiai d’olio d’oliva. Sminuzzate metà della salvia e aggiungetela al soffritto. Unite il riso e mescolate aggiungendo i cubetti di zucca. Fate rosolare per 3 minuti. Aggiungete il vino bianco e fate sfumare. Aggiungete poco a poco il brodo vegetale mescolando continuamente fino all’assorbimento del liquido. Aggiungete il Gorgonzola e mescolate fino a farlo fondere. Condite se necessario. Fate soffriggere ciò che rimane delle foglie di salvia in un cucchiaio d’olio d’oliva fino a renderle croccanti. Adagiatele su un foglio di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Disponete il risotto sui piatti e guarnite con la salvia croccante e Prosciutto di Parma (photo © Steve Lee).

 

>> Link: www.prosciuttodiparma.com

 

Didascalia: risotto alla zucca, Gorgonzola, salvia e Prosciutto di Parma.

Photogallery

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore