Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 4, 2020

Rubrica: Vino
Articolo di Rella M.
(Articolo di pagina 112)

Monchiero vini, le Langhe nel DNA e nel bicchiere

La famiglia Monchiero fonda l’omonima azienda nel 1954, nel cuore del territorio di produzione del Barolo, oggi un importante rosso Docg e vino tra i più blasonati al mondo. La storia di Monchiero corre parallelamente a quella di una famiglia contadina che per quasi un secolo, con rinunce e meritate soddisfazioni, ha saldamente mantenuto l’attaccamento a queste colline da qualche anno protette dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Una famiglia, i Monchiero, che è tra i principali interpreti della memoria storica piemontese, ambasciatrice di tradizioni e tipicità.

Le vigne si estendono per 12 ettari: nove nei comuni di Castiglione Falletto, dove nasce il Barolo Rocche di Castiglione (vino simbolo dell’azienda) e a La Morra, dove invece ricadono i vigneti del Barolo Roere di Santa Maria Docg. Gli altri tre ettari sono situati nel comune di Alba, in frazione Scaparoni, dedicati questi alla produzione di altri rossi di territorio, come il Nebbiolo d’Alba e la Barbera d’Alba, ma anche bianchi come il Langhe Arneis e il Moscato.

Altri possedimenti ricadono nel comune di Treiso, comune che appartiene alla denominazione del Barbaresco. I terreni così dislocati differiscono per composizione ed esposizione e questo favorisce una variegata ampiezza espressiva all’intera produzione di Monchiero.

In particolare, in frazione Scaparoni, troviamo le vicine cave di gesso, mentre nelle Langhe il suolo dove si produce il bianco Arneis è solitamente sabbioso; la zona con terroir più gessoso oltre a favorire un anticipo di maturazione conferisce al vino maggiore alcolicità.

La cantina e i vigneti, tutti di 25-30 anni d’età e coltivati col sistema del Guyot, sono seguiti direttamente da Vittorio Monchiero, proprietario ed enologo, forte di lunga esperienza e capacità d’interpretare i vini di territorio, con attenzione alle diverse sfumature che caratterizzano i suoi prodotti.

Se le moderne acquisizioni e gli aggiornamenti continui hanno arricchito le capacità professionali, Monchiero d’altro canto ha mantenuto viva  una forte relazione quotidiana con la sua terra, prima fonte d’ispirazione per una cantina che intende fare vini di qualità e di espressione territoriale.

Così, per le pratiche agricole si appoggia ad una stazione di monitoraggio delle piogge e applica la lotta integrata, tecnica che consente di ridurre al massimo i trattamenti contro gli insetti e altri organismi dannosi, effettuandoli solo quando indispensabili.

Né si utilizzano diserbanti, poiché le piante infestanti sono tagliate con piccole macchine automatiche, usate nella viticoltura cosiddetta di precisione.

Le tecniche colturali sono infine gestite separatamente per ogni singola vigna, seguendone le specifiche esigenze, e la vendemmia è completamente manuale, prevedendo un’accurata selezione delle uve con il coinvolgimento dell’intera famiglia.

A parte i grandi Barolo di Monchiero, rossi eleganti e di spessore, la Barbera, più facile e di ottima beva, ha acquisito negli anni forte attrattiva, smussando le sue tipiche ruvidità con l’aiuto di tecniche mirate. Ad esempio, il posizionamento dei nuovi impianti è stato ponderato in base al terroir e all’esposizione, lavorando molto sul diradamento per ottenere un ottimo bilanciamento tra alcolicità e acidità.

Anche in cantina l’attenzione e la precisione richiedono impegno e dedizione, dove sia il Barolo che la Barbera maturano nel legno delle grandi botti di rovere di Slavonia.

Ogni vino seguendo un suo percorso verso il migliore e più adeguato invecchiamento.

Qualche dato di mercato: la produzione totale annua si aggira sulle 40.000 bottiglie, in gran parte (l’80%) esportate nei principali Paesi, tra America, Nord Europa, Australia e parzialmente in Asia.

Massimiliano Rella

 

>> Link: www.monchierovini.it

 

Didascalia: Barbera d’Alba superiore, 2016.

Photogallery

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore