Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 6, 2019

Rubrica: Aziende
(Articolo di pagina 29)

San Dan Prosciutti, una storia tutta da raccontare

Una grande azienda ma con l’anima artigianale. Una realtà solida con numeri in continua crescita. Il suo segreto? Il rispetto della tradizione e la garanzia di qualità. Sono questi i tratti distintivi dei prosciutti San Dan, che da tre generazioni rispecchiano l’arte del “saper fare” della famiglia Aimaretti

Una storia che parte da lontano
Palcoscenico di storiche famiglie imprenditoriali, il Piemonte rispecchia il cuore pulsante della tradizione industriale italiana. È proprio in questa regione, ai piedi del Monviso, che da anni la famiglia Aimaretti lavora con passione e costante attenzione, conservando quei valori tipici delle imprese italiane a conduzione familiare. La stessa passione che nei primi anni ‘40 portò Giuseppe Aimaretti ad intraprendere l’attività di macellatore, aprendo i cancelli di un piccolo macello nel comune di Villafranca Piemonte (TO) per la produzione artigianale di salumi. La spiccata vocazione alle produzioni di eccellenza, spinse Giuseppe verso il Friuli-Venezia Giulia: è proprio qui che, grazie ad una stretta collaborazione con Bruno Brendolan, iniziò ad appassionarsi al prosciutto crudo, in anni in cui il San Daniele non era ancora una Dop conosciuta in tutto il mondo. Ben presto, le idee di Giuseppe e Bruno si trasformarono in una realtà concreta, con la realizzazione di uno stabilimento funzionale e moderno per la produzione dei prosciutti stagionati San Daniele: la A&B Prosciutti.

San Daniele, la collina del gusto
Ed è proprio a San Daniele che Giuseppe realizzò il suo sogno: dar vita ad una nuova azienda per la produzione e stagionatura del prosciutto crudo. Nel 1991 veniva infatti inaugurata la A&B Prosciutti, anagramma di Aimaretti e Brendolan, ora controllata al 100% dalla famiglia Aimaretti. Nel corso degli anni, l’azienda è diventata il primo produttore di San Daniele Dop, raggiungendo una capacità produttiva di 300.000 prosciutti all’anno. L’elevata qualità è il marchio di fabbrica di questa azienda: in A&B ogni fase di lavorazione richiama le antiche tradizioni, dalla salatura iniziale sino alla stuccatura, rigorosamente a mano. La cura del prodotto è poi evidente soprattutto nella fase finale della lavorazione, la stagionatura. Entrando nei saloni dell’A&B, ci si immerge nel profumo genuino e delicato del San Daniele, da sempre caratteristica distintiva di questo prodotto. Sono infatti le tipiche condizioni climatiche di questa zona che garantiscono al prosciutto caratteristiche uniche: colore uniforme rosso-rosato del magro, profilo e striature di grasso bianco candido, profumo intenso e gusto dolce.

La filiera di proprietà
Nel corso degli anni, con l’ingresso dei figli Claudio e Roberto in azienda, il controllo della filiera diventa verticale: si parte dagli allevamenti, passando per il macello e i prosciuttifici, sino ad arrivare alla rete vendita. «Siamo produttori di mais e grano, ci manca solamente la produzione interna dei mangimi» afferma Roberto Aimaretti. Il controllo della filiera è il punto di forza della famiglia Aimaretti, a partire dagli allevamenti. È stata posta, infatti, sempre maggiore attenzione alla qualità dei suini, allevati e selezionati accuratamente secondo le regole dei disciplinari di produzione del Prosciutto di San Daniele e di Parma. Per garantire la genuinità della materia prima, la famiglia possiede sei allevamenti di proprietà in Piemonte. In allevamento i suini vengono nutriti con un’alimentazione bilanciata a base di siero di latte, orzo, soia e crusca, in modo tale da permettere all’animale di raggiungere un peso equilibrato di 175 kg. La maniacale attenzione per il benessere degli animali è evidente non solo negli allevamenti, ma soprattutto anche nel macello di Villafranca Piemonte: qui gli animali vengono lasciati riposare 24 ore in ampi spazi prima di essere macellati. Il fulcro dell’attività è certamente il macello: all’interno dello stabilimento di Villafranca Piemonte ogni settimana vengono lavorati più di 6.000 capi, per un totale di circa 280.000 all’anno. Le cosce provenienti da soli suini italiani, nel rispetto delle genetiche ammesse dal disciplinare di produzione, vengono poi spedite nel prosciuttificio di San Daniele. L’A&B di San Daniele non è tuttavia l’unica destinazione delle cosce fresche: nel 2015, la famiglia Aimaretti ha acquisito interamente la Nuova Boschi Srl, stabilimento di Felino con una capacità produttiva di 100.000 Parma Dop all’anno. Si tratta di un investimento che evidenzia come le competenze nella produzione del prosciutto crudo siano ben radicate all’interno del gruppo. La Nuova Boschi rappresenta un ulteriore tassello che si va ad aggiungere alla filiera Aimaretti, impreziosita già nel 2011 dallo stabilimento di Ampezzo. Nel cuore della Carnia, questo sito produttivo rispecchia il giusto mix tra tradizione ed innovazione: una costruzione tecnologicamente avanzata, adibita alla realizzazione delle specialità locali quali il Dolce ampezzo, lo speck affumicato alto di fesa e ancora l’Ampezzano con zampino e il guanciale.

San Dan Prosciutti: una nuova direzione
Nel 2011 la famiglia Aimaretti ha aggiunto un altro anello alla sua filiera: si tratta della San Dan Prosciutti, società interamente controllata dalla famiglia che svolge l’attività di commercializzazione di prosciutto crudo stagionato San Daniele Dop e non solo. «Da Villafranca è partita la volontà di puntare tutto sulla qualità. Ecco, dunque, che la famiglia ha sviluppato l’eccellenza delle proprie produzioni con una propria etichetta commerciale che si chiama San Dan Prosciutti» racconta Claudio Aimaretti. La gamma offerta da San Dan rispecchia una selezione premium che trova la sua massima espressione nel San Daniele Dop Etichetta Nera Gran Riserva. Si tratta di un prodotto che riassume la famiglia stessa: racchiude al suo interno l’attenzione alla materia prima, l’artigianalità delle lavorazioni ma soprattutto l’alta qualità garantita dalla filiera di proprietà. San Dan Prosciutti è presente in modo capillare sull’intero territorio nazionale, con una rete commerciale di alto livello professionale in grado di raggiungere il dettaglio specializzato. Dal 2011 ad oggi la rete ha sviluppato una propria identità, riconosciuta in Italia e non solo. Le ambizioni di San Dan sono chiare: raccontare la storia della famiglia attraverso i propri prodotti anche oltre i confini nazionali. Un progetto in linea con la storia di un gruppo che ha raggiunto un mai ostentato successo, ponderando ogni investimento e tramandando di generazione in generazione i valori fondamentali del lavoro, della famiglia e delle cose fatte per bene. Valori che hanno trasformato il sogno e la passione di Giuseppe in una bellissima realtà.

San Dan Prosciutti Srl
Località Aonedis 11/2 — 33038 San Daniele del Friuli (UD)
Telefono: 0432 956767

E-mail: info@sandanprosciutti.it
Web: sandanprosciutti.com

 

Didascalia: prosciutto di San Daniele Dop Etichetta Nera Gran Riserva San Dan.

Photogallery

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore