Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 2, 2019

Rubrica: Indagini
Articolo di Pacella G.
(Articolo di pagina 64)

Cibo, sogno notturno per uomini e donne della Penisola in cerca di “coccole”

A rilevarlo una ricerca condotta dal food delivery Deliveroo e realizzata in collaborazione con Doxa su un campione nazionale di 1.000 persone

Gli Italiani pensano continuamente al cibo tanto da sognarlo anche molto spesso. Una sorta di ossessione piacevole insomma, per una persona su due che lo sogna con una certa regolarità e una su cinque che afferma di sognarlo sempre. A rilevarlo è una ricerca condotta dal food delivery Deliveroo e realizzata in collaborazione con Doxa su un campione nazionale di 1.000 persone. Ad oggi, secondo l’analisi, è pari al 96% il numero degli interpellati che ammette di sognare. Un Italiano su 2 (58%) afferma che gli capita spesso.
A sognare sono soprattutto le donne (62%), i più giovani (65% tra i 18 e i 24 anni) e i Millennials (64% tra i 54 e i 34 anni). Tra i sogni, quelli che hanno a che fare col cibo rappresentano una quota elevata: il 42% afferma infatti di sognare cibo con molta frequenza, mentre quelli che dichiarano di fare sogni in chiave food di tanto in tanto portano la percentuale al 90%. A sognare frequentemente cose da mangiare — spiegano i ricercatori — sono i più giovani (41% tra i 18 e i 24 anni) e gli abitanti del Sud e delle Isole (36%), a testimonianza — viene sostenuto — del rapporto stretto in queste aree col cibo. Tra i piatti più sognati in testa ci sono pizza e pasta (43%) e i dolci (41%). Segue la carne (22%), apprezzata in modo particolare nella fascia d’età 25-34 anni (32%), il pesce (16%) e i cibi particolari provenienti ad esempio da cucine straniere o esotiche (16%). Il proprio piatto preferito è sognato dal 18% degli intervistati. A sognare pasta e pizza sono soprattutto gli uomini, mentre le donne quando dormono sembrano farsi trascinare dalla passione per i dolci.
Dall’indagine emerge infine che sognare cibo la notte è associato per oltre il 60% ad uno stato d’animo di allegria, soprattutto per i più giovani (70%) e per gli adulti tra i 45 e 54 anni (63%). Segue il desiderio col 50% (sensazione provata specialmente dai Millennials 61%) e la passione col 39%. Solo il 4% dei rispondenti associa al cibo stati d’animo connotati negativamente come paura e noia.
«Pasta, pizza e dolci nella vita onirica come nella vita reale — dice la psicologa e psicoterapeuta Irene Bozzi nel commentare l’indagine — ci coccolano e ci consolano e hanno un valore positivo, così come i cibi naturali, in quanto doni della terra, ci invitano a considerare i valori della vita e ad accettarne il lato migliore. La carne invece diventa l’allegoria della sessualità».
La Bozzi sottolinea inoltre che «al piacere di gustare un bel piatto di pasta, una pizza o dei dolci, sono legati non solo il gusto e l’olfatto, ma anche fattori diversi di natura neurovegetativa, endocrina, psicologica e socio-culturale. Questi ultimi — specifica la studiosa — fanno parte delle abitudini familiari e sociali e del tentativo di risolvere problemi o desideri inconsci da appagare, ogni alimento può infatti assumere nel sogno un valore simbolico».
Insomma, conclude Irene Bozzi, «sognare di assaporare questi cibi ci consola e ci coccola aiutandoci a superare ansie, stress o l’ultima delusione affettiva. Non si mangia solo per nutrirsi, ma esistono desideri e problemi inconsci che così si soddisfano». La realtà — specifica in ultimo la dottoressa Bozzi — va affrontata anche con qualche sogno che rappresenta le speranze, ridà energia e aiuta con la fantasia ad essere più creativi e a vivere meglio le difficoltà quotidiane.
Gianluca Pacella

 

Didascalia: tra i piatti più sognati da Italiani e Italiane ci sono soprattutto pizza e pasta. Seguono subito dopo i dolci, in particolare per le donne, e la carne, apprezzata nella fascia d’età 25-34 anni (photo © darkbird – stock.adobe.com).

Photogallery

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore