Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 1, 2018

Rubrica: Attualità
Articolo di Ballarini G.
(Articolo di pagina 14)

Salumi e salumeria nell’anno del cibo italiano

Tra i cibi che meglio caratterizzano lo stile italiano della tavola i salumi hanno un posto di rilievo, dimostrato dal loro aumentato successo anche all’estero

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, assieme al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha proclamato il 2018 “Anno nazionale del cibo italiano”, ribadendo come la sua tutela e la sua promozione significhino fare cultura e stimolare due settori fondamentali della nostra economia. Molti e continui sono i riconoscimenti del valore delle produzioni alimentari italiane e delle cucine del nostro paese, testimoniate anche da riconoscimenti internazionali, ultimi dei quali quelli Unesco, ma non bisogna dimenticare che il nostro patrimonio enogastronomico non è soltanto la Dieta Mediterranea (peraltro sempre meno seguita), la pasta, l’arte del pizzaiolo napoletano o i vini che stanno conquistando il mondo; essa comprende infatti anche le carni e tra queste soprattutto quelle di maiale, con le loro trasformazioni in mille salumi che interpretano i caratteri e le culture delle regioni della nostra penisola.

I salumi italiani, molte volte più antichi della pasta, sono espressioni di una cultura che interessa molti distretti del cibo, coinvolgendo tutti i protagonisti della filiera: allevatori, trasformatori, distributori, cuochi e consumatori. Valorizzare i mille salumi tradizionali italiani non è soltanto sottolineare gli indubbi successi raggiunti da questo settore, ma un modo di ribadire il profondo legame che hanno con il paesaggio e l’identità di chi li produce mantenendo in vita tradizioni plurisecolari, con la capacità d’interpretare i cambiamenti e assecondando le esigenze dei nuovi consumatori, sempre più attenti alla salubrità della loro dieta.

Il 2018, anno del cibo italiano, deve essere l’occasione per tutelare maggiormente le nostre produzioni salumiere e soprattutto per valorizzare il gran numero di salumi che ancora oggi, quasi ignoti ai più, ristagnano nei giacimenti enogastronomici di cui l’Italia  è tanto ricca da dimenticarsene.

Se alcuni salumi italiani hanno raggiunto una grande notorietà anche all’estero, moltissimi altri hanno la possibilità, se non il diritto, di avere un altrettanto grande successo e l’anno del cibo italiano è un’occasione imperdibile che deve vedere presenti e uniti i produttori, i trasformatori, gli operatori della grande e piccola distribuzione e i consumatori, così come i cuochi che hanno in primo luogo la possibilità di proporre nuovi usi e accostamenti dei salumi in una cucina moderna e adatta agli attuali stili di vita. I salumi italiani, dalle Alpi al Capo Lilibeo, accanto ai vini, sono tra i principali cibi che attraggono l’attenzione del turismo nazionale e internazionale, iniziando dalla loro varietà, che cambia da regione a regione e da luogo a luogo, facendo dell’Italia un paese nel quale il confine tra arte e cibo scompare offrendo ai viaggiatori la possibilità di vivere all’italiana.

Prof. Em. Giovanni Ballarini

Università degli Studi di Parma — Pres. On. Accademia Italiana della Cucina

Photogallery

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore