Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 5, 2017

Rubrica: Vino
Articolo di Rella M.
(Articolo di pagina 122)

Capri Doc 2016, il vino eroico di Scala Fenicia

Il bianco Capri Doc 2016 di Scala Fenicia, l’ultima cantina di Capri, conquista l’argento al Mondial des Vins Extrêmes. Il vino è stato premiato alla 25a edizione del concorso enologico internazionale organizzato dal Cervim (Centro Ricerche, Studi e Valorizzazione per la Viticoltura di Montagna), con il patrocinio dell’OIV (Organisation Internationale de la Vigne et du Vin). Questa rassegna è dedicata ai vini prodotti in condizioni particolari: in pendenza del terreno superiore a 30%, in altitudine superiore ai 500 metri sul livello del mare, con sistemi viticoli su terrazze e gradoni, da viticoltura delle piccole isole. La giuria internazionale composta da 30 enologi ed esperti degustatori ha valutato quest’anno 740 vini provenienti da 15 Paesi. Domenica 26 novembre, nella cerimonia di premiazione che si svolgerà al Forte di Bard, in Val d’Aosta, a Scala Fenicia sarà consegnata la medaglia d’argento attribuita al suo bianco, unica etichetta della denominazione rivendicata in esclusiva: un vino raffinato dal colore oro leggero appena venato di riflessi verdognoli, profumo profondo e composito con leggere note agrumate, sapore fresco, pungente, arioso, sapido. È prodotto con le varietà Greco (50%), Biancolella (30%) e Falanghina (20%), da uve capresi coltivate in vigne terrazzate ad un’altezza media di 80 metri dal livello del mare. La vinificazione avviene in una cantina adattata all’interno di un’antica cisterna romana, produttiva dal 1818 e prima d’allora utilizzata come frantoio, che conserva ancora una mola, una vasca e una grande vite in legno d’inizio ‘800, oltre ad un torchio per la pressatura delle uve, del 1850.
L’azienda, che prende il nome dall’antica scalinata greco-romana che collegava Capri ad Anacapri, appartiene alla famiglia Koch: Andrea Koch e sua madre Pia Maria Rodriguez alcuni anni fa acquisirono una vecchia cantina e alcune vigne terrazzate, fondando la piccola realtà agricola oggi gestita con l’aiuto di manodopera locale. Appena 4.000 metri quadrati di vigneti e 5.000 di uliveti: le vigne sono coltivate in modo promiscuo con l’agrumeto, sfruttando il pergolato in legni di castagno delle limonaie.
La lavorazione è interamente manuale, inclusa la raccolta, eseguita con scala, forbici, cassette e nient’altro: una conduzione particolarmente attenta alla naturalità e rispettosa delle caratteristiche dei luoghi, che non consentono l’uso di macchine.
Scala Fenicia produce il bianco Capri Doc dal 2010 con la supervisione dell’enologo Giuseppe Pizzolante Leuzzi e l’assistenza di Giggino e Gilda Esposito, custodi, ottantenni, dei vigneti. Con orgoglio Andrea Koch commenta il risultato ottenuto al Mondial des Vins Extrêmes. «Questo premio internazionale è importantissimo per far conoscere Scala Fenicia, l’unica realtà che — con grande determinazione e fierezza —coltiva la vite, vinifica e imbottiglia il Capri Doc; tutte le fasi della produzione avvengono a Capri, la tracciabilità e la trasparenza sono complete». L’azienda ha ottenuto anche altri riconoscimenti ed è stata selezionata nelle ultime quattro edizioni del Merano Wine Festival nella sezione “agricolture eroiche”. Per gli enoturisti che desiderino conoscere da vicino la viticoltura caprese organizza visite guidate al terreno e alla cantina e offre ospitalità agrituristica a gruppi familiari fino a sei persone.


Massimiliano Rella



Scala Fenicia
Via Fenicia 15 – 80073 Capri (NA)
Telefono: 081 8389403
Web: www.scalafenicia.com

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore