Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 6, 2010

Rubrica: Speciale pasta
(Articolo di pagina 48)

Pastificio Garofalo: l’essenza della vera pasta di Gragnano

La "magia" di Garofalo è quella di essere riuscito a creare un prodotto dalla personalità  forte in grado di soddisfare le esigenze più diverse

Federico Fellini disse: “La vita è una combinazione di magia e pasta”. Sono pochi i prodotti in grado di suscitare emozioni, e la pasta, per la sua schietta semplicità, è sicuramente uno di questi. La “magia” di Garofalo è quella di essere riuscito a creare un prodotto dalla personalità forte, in grado di soddisfare le esigenze più diverse, in virtù di una qualità altissima e capace di emozionare per merito della sua “essenza”, l’essenza della vera pasta di Gragnano.


La storia di pasta Garofalo

Era il 1789 quando il Consiglio delle Municipalità di Gragnano conferì in esclusiva a Michele Garofalo e Salvatore Montella la concessione per produrre e commercializzare “maccheroni di buona qualità”, il cui successo fu confermato quando, il 12 luglio del 1845, Re Ferdinando di Borbone, in seguito ad un gustoso pranzo, concesse ai fabbricanti gragnanesi l’alto privilegio di fornire la corte di tutte le paste lunghe proclamandola “Città dei Maccheroni”. Ma già nel Seicento, prima dei riconoscimenti istituzionali, gli abitanti di Gragnano compresero come le acque sorgive che alimentavano i mulini nella valle giocassero un ruolo fondamentale nel conferire un gusto caratteristico all’impasto, e come il clima caldo, mai troppo umido e accarezzato dalla brezza marina, fosse la condizione ideale per l’essiccazione della pasta.

In origine, la pasta veniva fatta asciugare lentamente lungo le strade cittadine in condizioni di temperatura ed umidità naturalmente costanti, che ne garantivano non solo il gusto, ma anche la perfetta conservazione del prodotto secco. Solo in seguito, con la nascita dei primi pastifici a conduzione familiare, Gragnano si è trasformata in un centro produttivo di pasta così importante, tanto da condizionare il suo stesso assetto urbanistico: la via centrale fu ricostruita tra il 1843 e il 1847 rispettando le esigenze dell’essiccazione della pasta. La larghezza della sede stradale, l’altezza dei fabbricati adiacenti e l’orientamento sull’asse est-ovest furono studiati in modo che, in ogni ora del giorno, la luce ed il calore potessero raggiungere i maccheroni stesi ad asciugare. La storia di Garofalo, quindi, è la storia di Gragnano. Oggi la cura del particolare è il frutto dell’antico mestiere del “maccheronaro”, tradotto ora in una sapienza metodologica garantita da controlli costanti e approfonditi sulla materia prima e il prodotto finale dall’avanguardia tecnologica. È così che la pasta Garofalo celebra l’originale connubio tra la bontà artigianale e la garanzia della fattura industriale, rivelando al meglio la sua essenza, fondata sulla passione e l’amore con cui la città e i suoi abitanti hanno coltivato una qualità unica. La famiglia dell’ingegnere Massimo Menna, in azienda dal 1982 ed attuale Amministratore Delegato, entra nel capitale sociale del Pastificio Garofalo acquistandone il 50% negli anni ‘50 e dopo alcuni anni, più precisamente nel 1997, ne rileva il restante 50% diventando l’unica proprietaria. Nel maggio 2008 Massimo Menna è stato nominato Presidente dell’Unipi, Unione Industriali Pastai Italiani. Oggi il pastificio può contare sulla capacità produttiva di uno stabilimento situato a Gragnano che copre un’area di 30.000 m2 e impiega circa 130 addetti.


Pastificio Garofalo: i risultati 2009

Il pastificio Garofalo ha chiuso il 2009 con un fatturato pari a 93,3 milioni di e ed oltre 91.000 tonnellate in volume (+7% verso l’anno precedente). In particolare, la società ha confermato il proprio ruolo di nuovo protagonista del mercato italiano della pasta. Infatti, l’alta qualità della linea Garofalo “firma”, congiuntamente ad innovative politiche commerciali e di marketing, ha permesso alla società di registrare sul mercato domestico un fatturato pari a 41 milioni di e, con un incremento del 13,5% sull’esercizio precedente.


Il Pastificio Garofalo all’estero

Il Pastifico Garofalo è un marchio in forte sviluppo anche all’estero, con una presenza importante nei seguenti mercati: Stati Uniti, Inghilterra, Francia, Giappone, Austria, Benelux, Brasile, Corea, Portogallo, paesi Scandinavi e Spagna. Grazie alla sua straordinaria esperienza e alla duttilità delle linee produttive di cui si è dotato, il Pastifico Garofalo è in grado di produrre per ognuno di questi mercati prodotti che rispondono perfettamente al gusto e alle richieste locali, dando vita ad un’ampia gamma di formati, molto differenti fra loro per gusto e consistenza, accomunati però da medesimi standard qualitativi, ad ulteriore conferma della capacità dello storico pastificio di proporre “l’essenza della pasta”.

Oltre alla linea “firma” Garofalo che, dopo il lancio in Italia, ha iniziato ad essere distribuita anche su alcuni mercati stranieri, il pastificio produce altre linee, ad esempio, la Loyd Grossman, la pasta top del mercato inglese, la Napolina, la pasta più venduta del mercato UK o la Santa Lucia, distri-buita in Africa Orientale, oltre ad avere un importante percentuale del venduto nel food service con formati specifici per la ristorazione. Contemporaneamente, l’azienda rifornisce importanti catene della GD con linee ad hoc di tipo private label.


La giostra dei bambini

Pasta Garofalo mette la sua esperienza e attenzione alle materie prime anche per affiancare i “cuccioli d’uomo” in una fase molto delicata della loro vita: lo svezzamento. Letteralmente, “svezzare” significa allontanare dal seno e, quindi, introdurre gradatamente gli alimenti diversi dal latte e imparare a deglutire il bolo alimentare. In collaborazione con il Professor Luigi Greco, pediatra della FIMP, Professore Ordinario dell’Università Federico II di Napoli, il pastificio ha creato una linea dedicata esclusivamente ai più piccoli, accompagnata anche da alcune ricette basate sulla classica dieta mediterranea che fanno gola ai palati più esigenti, come quelli dei bambini. La “magia” di Pasta Garofalo è stata quella di saper creare un prodotto per bambini ma con il gusto e i sapori di quello dei “grandi”.

Per la “giostra dei bambini” vengono utilizzate solo ed esclusivamente le migliori semole di grano duro, provenienti da coltivazioni biologiche, controllate e certificate, prive di pesticidi, diserbanti o altri prodotti chimici. I prodotti della giostra sono inoltre garantiti dal CCPB — Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici — il cui programma di controllo è accreditato anche dall’IFOAM, la Federazione Internazionale di supervisione dei produttori e dei certificatori di prodotti biologici. Garofalo ha realizzato 6 tipi di pastine differenti (Acchiette, Cannielli, Squasille, Acenielli, Pepelle e Freselle), disponibili in 2 comode confezioni multi-pack che contengono 4 confezioni da 125 grammi ciascuna in formati differenti. Le 4 tipologie create invece per i bambini dai 2 anni in su (Anistelle, Motori, Dischi volanti e Pazzielle) sono disponibili nella classiche confezioni da 500 grammi.


La linea integrale

La linea integrale Garofalo nasce all’insegna di una nuovo obiettivo: nessun compromesso al gusto. Traguardo raggiunto grazie alla particolare miscela di semola integrale unita alla tradizione di sempre del Pastificio di Gragnano. Sono le “Caserecce”, la “Mezza manica”, la “Mafalda corta”, le “Pappardelle” e gli “Spaghetti alla chitarra”, gli inusuali formati scelti dal Pastificio Garofalo per portare sulle tavole italiane il piacere unico di un gusto tutto integrale, ricco di profumi e sapori.

 

Le ricette della tradizione

L’antico pastificio Garofalo ha messo tutta la sua esperienza nella produzione della pasta e la profonda conoscenza della tradizione culinaria, per produrre, uniche in Italia, sei delle ricette storiche della cultura napoletana: “La Genovese”, “O’Rau”, “Lo Scarpariello”, “La Past’ elenticchie”, La Past’ episelli” e “La Past’ eppatate”. Ancora una volta una scelta innovativa e coraggiosa quindi, con cui Garofalo ha provato a restituire alla notorietà nazionale che meritano ricette classiche della tradizione partenopea, rispettandone e riproducendone la qualità.

Per concludere, la storia di Pasta Garofalo è tutta nella pasta che produce, nella conoscenza e nella ricerca costante di qualità e di gusto che tutti mettono a disposizione di un progetto che è una storia che continua a tramandarsi di generazione in generazione.


Per ulteriori informazioni:

 

Pastificio Lucio Garofalo Spa
Via dei Pastai, 42 - 80054 Gragnano (NA)
Tel. 081 8011002
Fax 081 8012937
E-mail: info@pastagarofalo.it
Web: www.pastagarofalo.it

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore