Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 6, 2010

Rubrica: Produzione
Articolo di Ferrari F.
(Articolo di pagina 58)

Si chiama Modena&Modena il nuovo salame di Franceschini

Fiocco azzurro a Spilamberto

E' lui il protagonista di questo articolo. Si chiama Mode-na&Modena ed è un salame. Non uno qualsiasi, ma un salame Franceschini, quindi una garanzia di bontà, di tradizione. Un marchio, quello del Salumificio Franceschini Gino & C. Srl, che da decenni firma zamponi, cotechini, salami e ciccioli: questi ultimi nelle versioni classiche di campagnoli e montanari assolutamente modenesi, che i fedeli buongustai, sempre più numerosi, conoscono bene e da tempo.

Per loro, dunque, e per nuovi esigenti palati, ad arricchire la linea salumiera Franceschini c’è ora anche Modena&Modena: un nome simpatico che nella sua ripetizione certifica forte la provenienza, l’origine modenese, che è poi quella storica dello stabilimento di Spilamberto, a pochi chilometri appunto da Modena. E questo neonato ce lo presentano, ovviamente con giusto orgoglio, gli artefici, i padri e cioè, in primis, Gino — un’esperienza di decenni nell’arte norcina, maturata giovanissimo perfino all’estero — e il figlio Vincenzo, che segue le vendite e che ha contribuito all’idea ed alla nascita di questa specialità, che già sta conoscendo i primi successi di mercato.

Un salame che va dagli ottocento ai mille e duecento grammi (la metà se porzionato sotto vuoto), naturale, dal sapore forte e insieme delicato, proveniente da carni nate, allevate e macellate in Italia, insaccate in budello “gentile suino”, prodotto senza glutine e senza lattosio, con una stagionatura da 30 a 60 giorni. Una scheda tecnica chiara, precisa nel descrivere valori organolettici e nutrizionali e che Gino ci sottopone come un sigillo formale.

Un’altra soddisfazione da aggiungere alle tante, meritate grazie a capacità, passione e molto lavoro. Doti che gli sono giustamente riconosciute da colleghi, clienti e fornitori. Tra l’altro, non a caso, è membro del CDA del Consorzio Zampone Modena Cotechino Modena, consorzio che conta oggi 23 aziende, che rappresentano i principali produttori dei due prodotti Igp.

«Certamente — ci dice Gino — l’impegno è notevole, tutti qui diamo il massimo. A partire dai miei figli Vincenzo e Adele e dai collaboratori che condividono l’impegno, lo spirito del fare, del far bene. Nonostante il momento non facile, con una domanda in leggera flessione, siamo comunque fiduciosi in una prossima ripresa e in tale prospettiva stiamo ampliando, a piccoli passi, alcuni reparti per allargare il mercato, la domanda, che finora ci ha premiato. Perciò, continueremo a privilegiare la qualità, la cura del prodotto, cercando di avvicinare ai sapori genuini del passato anche i giovani che, come dice Vincenzo, sono oggi più aperti verso i sapori tipici del nostro territorio».

Una famiglia attiva, unita, che ha già in Cesare, il figlioletto di Vincenzo, un motivo in più per guardare avanti, per affrontare le difficoltà, per crescere ed estendere la gamma delle specialità. Questa volta è toccato alla serie dei salami festeggiare un fiocco azzurro. Presto, ne siamo certi, capiterà a quella degli zamponi o dei cotechini…


Insomma, in casa Franceschini, all’ombra del castello di Spilamberto, la tradizione resta giovane. E produce!

Franco Ferrari


 

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore