Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 1, 2010

Rubrica: I vini di Premiata Salumeria Italiana
Articolo di Franchini L.
(Articolo di pagina 120)

Degustazione: Brunello di Montalcino

Affrontiamo in questo numero uno degli emblemi dell’enologia italiana e mondiale: il Brunello di Montalcino. La zona di produzione è quella del territorio del comune di Montalcino, Siena. Luogo ad altissima vocazione vitivinicola, nonché di struggente bellezza e di grande storia. Il Brunello è stato il primo vino italiano a Denominazione di Origine Controllata e Garantita. Di grande longevità e fama, può essere ottenuto solo da uve Sangiovese, localmente denominate “Brunello”. Deve essere sottoposto ad un periodo di affinamento di almeno due anni in contenitori di rovere di qualsiasi dimensione e di almeno quattro mesi in bottiglia e non può essere immesso al consumo prima del 1 gennaio dell’anno successivo al termine di cinque anni calcolati considerando l’annata della vendemmia. Il Brunello di Montalcino può portare come qualificazione la dizione “Riserva” se immesso al consumo dopo il 1 gennaio dell’anno successivo al termine di sei anni, calcolati considerando l’annata della vendemmia, fermo restando il minimo di due anni di affinamento in contenitori di rovere, e di almeno sei mesi in bottiglia. La bottiglia più antica risale al 1888, ed è della famiglia di produttori che ha fatto la storia stessa del Brunello di Montalcino: la famiglia Biondi Santi. La degustazione è dedicata ad un’annata particolarmente intensa, il 2004. Sono molte le aziende che propongono vini degni di grande interesse. Ve ne presentiamo sei, promettendovi di tornare presto in queste meravigliose terre di Toscana.

 

Brunello di Montalcino Docg 2004

Franco Biondi Santi - Tenuta Greppo - È dovuto, per storia, tradizione e costanza nell’ineccepibile qualità, partire con Biondi Santi. Una bottiglia che è eleganza, un’eleganza longeva, intramontabile, assoluta. Non serve a questo vino alcun trucco, fronzolo, scelta di stupida modernità. Per fortuna di tutti, in particolare del Brunello di Montalcino, Biondi Santi resta Biondi Santi. Una sorsata piena, completa, morbida, lunga, che lascia trasparire una longevità assoluta. Matura 36 mesi in botti di rovere di Slavonia e ha un grado alcolico pari a 13,5°. La vendemmia è iniziata il 20 settembre 2004 e l’annata è stata particolarmente buona, con una produzione di uve mature e rigogliose. Lasciare a questo vino il tempo di aprirsi, di fermarsi sul palato e di rimanere in cantina anche per lunghi anni, è quasi un dovere.

Biondi Santi – Tenuta Greppo
Villa Greppo, 183 - 53024 Montalcino (SI) - Tel.: 0577 848087 – Fax: 0577 849396 biondisanti@biondisanti.it

 

Brunello di Montalcino Docg 2004

Canalicchio - Franco Pacenti - Morbido tannino delicato ed aggraziato, con una scintillante nota minerale, decisa e schietta, attorniata da un’intensa e lunga olfattiva con splendidi sentori di frutta rossa in gelatina, fine speziatura e floreale di pot-pourri, tabacchi dolci e cuoio, prugne rosse mature e cassis. Sono i sentori tipici, riconoscibili, dei terreni di Canalicchio, dove si trovano i 36 ettari di vigna destinati alla produzione di questo Brunello. Un bicchiere intenso, articolato, poliedrico che rivela con calma toni e sottotoni, tutti stupefacenti, ma che chiude con slancio e freschezza, vibrante. Se ne consiglia l’abbinamento con cacciagione da pelo e da piuma, sia sole, come secondi piatti, che accompagnate a paste all’uovo.

Azienda Agricola Pacenti Franco
Località Canalicchio di Sopra - 53024 Montalcino (SI) - Tel./Fax: 0577 849277info@canalicchiofrancopacenti.it

 

Brunello di Montalcino Docg 2004

Fornacina - Ruggero Biliorsi è il fondatore di questa cantina, in cui il primo vino Brunello prodotto risale alla vendemmia 1981. Con la consulenza dell’enologo Attilio Pagli e dell’agronomo Folco Giovanni Bencini viene portato avanti da tempo un progetto che mira, oltre a produrre un vino secondo i dettami della storia del Brunello, anche a salvaguardare l’ ambiente circostante. Grande armonia per questo Brunello, che si avvale di un’estrema morbidezza, controbilanciata da una necessaria spalla acida, a garanzia di un equilibrio davvero notevole. Sorsata ampia, presente, intensa, lunga, con una nobiltà di trama olfattiva che ne accentua le note da fuoriclasse. Pur nella possibilità di essere bevuto da solo, senza alcun abbinamento, grazie alle ampie possibilità di scoperte gustative e di olfatto, non si può non pensarlo in abbinamento con paste fresche al sugo di lepre, anatra o cinghiale.

Az. Agr. Fornacina di Biliorsi Simone
Podere Fornacina, 153 - 53024 Montalcino (SI) - Tel./Fax 0577 848464info@cantinafornacina.it

 

Brunello di Montalcino Docg 2004

Fossacolle - Profondo e denso nella sua compostezza, un Brunello indimenticabile. Un‘armonia fatta di toni fruttati e floreali su note minerali e ferrose di ruggine con ritorni balsamici, di grande fascino. Effettua una maturazione di 12 mesi in botti di rovere di Slavonia, 12 mesi in barrique di secondo passaggio e 12 mesi in vasche di cemento. Assoluta la possibilità evolutiva, sia nell’immediatezza della degustazione, sia nel futuro. Un vino che si lascia scoprire con la necessaria calma dovuta ad un’espressione complessa, intensa, aristocratica. Certamente un vino da meditazione, ma non è possibile non pensare alla vicinanza di alcuni piatti di forte intensità gustativa, come il fagiano o il capriolo in umido con la polenta.

Azienda Agraria Fossacolle di Marchetti Sergio
Loc. Tavernelle, 7 - 53024 Montalcino (SI) - Tel./Fax: 0577 816013
info@fossacolle.it

 

Brunello di Montalcino Docg 2004

Sesti - Pienezza e armonia, in sintesi. Sono vini, quelli di Sesti, e il Brunello non fa eccezione, che profumano di territorialità, naturalezza e coerenza, schietti, diretti, per niente piacioni. Più nel dettaglio, finissima la nota olfattiva di frutta rossa, marasca e prugne sotto spirito, franca, accompagnata da tinte di spezie in sottofondo, in equilibrio. È intensa, pulita, circolare la sorsata, sapida e fresca, con le dovute note morbide, presenti con garbo. Continua, persistente ed intensa. Grande espressione, complimenti. Non è difficile abbinare questo vino: basta rivolgere l’attenzione a piatti egualmente intensi, come ravioli di carne, conditi con burro e Parmigiano Reggiano.

Sesti – Az. Agr. Castello di Argiano
Castello di Argiano, Sant’Angelo in Colle – 53024 Montalcino (SI) - Tel: 0577 843921 – Fax: 0577 844113 elisa@sesti.net

 

Brunello di Montalcino Docg

Tiezzi Vigna Soccorso 2004 - Vino ottenuto esclusivamente dalle vigne dell’unità ponderale “Soccorso”, in prossimità della Chiesa della Madonna del Soccorso, patrona degli abitanti di Montalcino. Sublime la trama olfattiva di questo Brunello, intensa, corposa, di stazza. Le bacche rosse e i fiori essiccati con cura, la liquirizia e le spezie come il pepe, i sentori del bosco e le note leggermente minerali completano le esposizioni gustative. Una degustazione articolata e ben definita nella coerenza, nell’armonia, nella lunghezza. Brunello da bere subito, grazie a tannini vellutati e ad armonie intense, ma anche, volendo, da dimenticare in cantina, per scoprire le possibilità evolutive, che certamente saranno entusiasmanti. Da provare con pecorini affinati nelle vinacce, pecorini di fossa o su secondi di carne succulenti.

Tiezzi
Località Soccorso, 3 - 53024 Montalcino (SI) - Tel./Fax: 0577 848187tiezzie@tiscali.it

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore