Edizioni Pubblicità Italia

Premiata Salumeria Italiana nr. 1, 2006

Rubrica: Vino
(Articolo di pagina 135)

Fiorini, un signor Lambrusco

...e un ottimo Balsamico

 

 

Da quasi 100 anni la famiglia Fiorini dedica le sue energie alla valorizzazione dei prodotti di un territorio, quello della provincia di Modena, che esprime tutta la sua ricchezza e il suo vigore attraverso i prodotti della vite che qui, da tempi immemorabili, ha messo radici. Fondata da Antonio Fiorini l’azienda è giunta oggi alla sua quarta generazione ed è guidata, con la passione di sempre, da Alberto e dalla sorella Cristina (nella foto) che considerano il loro lavoro un “progetto di vita”. La loro passione per la viticoltura si traduce nei due prodotti più tipici ed autentici del luogo: il Lambrusco e l’Aceto Balsamico Tradizionale. La filosofia dei Fiorini si attua nella convinzione che sono i dettagli a fare la differenza e per questo, il team dell’azienda, lavora per dare vita a prodotti che, oltre ad esprimere le caratteristiche del territorio, abbiano uno stile personale e inconfondibile.

 

I fratelli Alberto e Cristina Fiorini. Dal 1919 tre generazioni della famiglia Fiorini hanno coltivato l’arte di produrre il vino Lambrusco,

 

La qualità dei vini Fiorini si basa sulla ricerca del perfetto equilibrio tra ambiente, uomo e tecnologia di produzione. Da qui la selezione di uve delle migliori varietà, interventi colturali volti a limitare l’entità della produzione e la scelta dell’azienda di dotarsi all’interno dei più moderni strumenti tecnici permettono di garantire un prodotto di qualità in grado di soddisfare i palati più esigenti.

Il desiderio di valorizzare e differenziare i vini provenienti dalle vigne di famiglia ha portato alla nascita di veri e propri cru di Lambrusco:

  • il Sorbara “Corte degli Attimi”
  • il Castelvetro “Terre al Sole”
  • il Modena “Vigna del Caso”

Si tratta di vini che si pongono al vertice della categoria di appartenenza per freschezza e gradevolezza aromatica, ognuno dei quali ben rappresenta il territorio di provenienza.

 

L’Aceto Balsamico Tradizionale

L’Aceto Balsamico Tradizionale è frutto della pazienza, della dedizione e della nota laboriosità degli emiliani e i Fiorini possono vantare un’esperienza di almeno tre generazioni nella sua produzione. Nell’acetaia Fiorini il mosto invecchia in botti di rovere, castagno, ciliegio, ginepro che cedono con il passare degli anni il sapore della loro essenza producendo aromi e profumi che caratterizzano l’aceto tradizionale. Affinché si possa chiamare tale deve maturare nelle botti almeno 12 anni che diventano 25 anni per l’aceto tradizionale extravecchio.

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore