Edizioni Pubblicità Italia

News di Agosto 2019, Settore Pesce


25/08/2019

Il sushi italiano dà lo sprint al salmone Mowi. Miglior trimestre della storia per il gruppo norvegese, +6,5% consumi Europa

Il sushi italiano dà lo sprint al gruppo norvegese Mowi. Il più grande produttore di salmone d'allevamento al mondo, ex Marine Harvest, ha riportato il miglior secondo trimestre della sua storia grazie a un forte aumento dei volumi e dei prezzi. L'utile operativo ha raggiunto 211,2 milioni di euro, una cifra senza precedenti in questo periodo dell'anno, contro i 175 milioni di un anno fa. Gli accantonamenti finanziari relativi allo stabilimento francese di Landivisiau e varie voci finanziarie, tuttavia, hanno contribuito a una riduzione dell'utile netto, dai 172,4 milioni dell'anno scorso a 140,9 milioni quest'anno. Le vendite complessive hanno raggiunto 1 miliardo rispetto a 886,3 milioni nello stesso periodo dell'anno scorso. Alla fine di maggio, il gruppo ha annunciato il taglio di 106 posti di lavoro nel sito di Finistere (Brestgna), dove sta costruendo un nuovo impianto di lavorazione in gran parte automatizzato per sostituire quello devastato da un incendio nel 2018.

Mowi ha spiegato il miglioramento dell'utile operativo con un aumento del 26% su base annua dei volumi di prodotti (a 98.483 tonnellate), un calo di costi e prezzi supportato dalla forte domanda globale. L'Europa (Russia inclusa), il più grande mercato del gruppo, ha assorbito più della metà della produzione: i consumi sono aumentati del 6,5% su base annua, trainati in particolare dalla crescente popolarità del sushi in Italia. Il continente americano ha visto un aumento analogo, sostenuto dal Brasile, mentre il consumo in Asia è cresciuto del 4,7%, con il salmone sempre più presente in supermercati e ristoranti in Corea del Sud e Taiwan.

Gli allevamenti ittici del gruppo controllato dal miliardario John Fredriksen sono stati risparmiati dalla proliferazione di un'alga tossica che ha ucciso circa 9 milioni di salmoni a maggio nella Norvegia settentrionale. Per l'intero anno, Mowi punta a una produzione di 430.000 tonnellate. Gli investitori, tuttavia, sono rimasti delusi dal mantenimento di un dividendo trimestrale invariato a 2,60 corone (0,26 euro) per azione e il titolo ha ceduto il 3,7% alla Borsa di Oslo.


rce - 8752
Oslo, Norvegia, 22/08/2019 15:49
© EFA News - European Food Agency Srl

« Indice

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.