Edizioni Pubblicità Italia

News di Aprile 2019, Settore Pesce


06/04/2019

Bolton (Rio Mare) verso il controllo completo di Tri Marine? Si rafforzerebbe la leadership internazionale del tonno italiano

Secondo rumors pubblicati dal sito internazionale specializzato Undercurrentnews, l'italiana Bolton Group, uno dei leader mondiali nella produzione di tonno in scatola (Rio Mare, Palmera, Saupiquet), si avvierebbe ad acquisire l'intera partecipazione del gruppo americano specializzato nella pesca e nel tonno in scatola Tri Marine, di cui già controlla dal 2013 il 50%.

Il produttore americano ha origini italiane (era una controllata dell'Efim), è guidato dal 1972 dall'italiano (ma residente da negli Usa da molti anni) Renato Curto, e ha un fatturato valutato tra 1,2 e 1,4 miliardi di dollari. Secondo le fonti, alcuni asset di Tri Marine potrebbero rimanere in carico alla famiglia Curto, per cui il giro d'affari generato dall'acquisizione per Bolton si aggirerebbe intorno ai 2,5 miliardi di dollari.

La origini di Tri Marine affondano le radici nella storia delle partecipazioni statali in Italia. Il nucleo originario dell'azienda risale al 1972, ed era basato a Singapore. Il controllo era dall'Efim, una delle holding di Stato create per sostenere o rilanciare industrie in settori strategici. E l'alimentare, come dimostra la storia della Sme, a quei tempi lo era. Missione dell'azienda era garantire forniture di pesce e tonno per il mercato italiano. Curto era un dirigente del gruppo e, nel 1986, quando la partecipazione non fu più ritenuta strategica per l'Efim, insieme ad altri colleghi la rilevò con un'operazione di management buy-out.

Tri Marine è partner strategico di Bolton da oltre 25 anni, fornitore in esclusiva di filetti di tonno precotti che il gruppo utilizza nello stabilimento di Cermenate.



agu - 7249
Milano, MI, Italia, 05/04/2019 17:53
© EFA News - European Food Agency Srl

« Indice

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.