Edizioni Pubblicità Italia

News di Marzo 2018, Settore Pesce


26/03/2018

Insalata e trote, nuova frontiera dell'acquaponica

Produrre verdura e pesce, dando luogo a un sistema integrato che combini acquacoltura e agricoltura per produzioni che consumino poca acqua, senza concimi chimici, senza fitofarmaci e senza insetticidi. È l’obiettivo del progetto transfrontaliero Italia-Slovenia, Bluegrass, avviato grazie a un finanziamento Interreg 2014-2020.

Questa tecnica prevede la coltivazione di ortaggi senza l'utilizzo di terra e con un consumo idrico ridotto fino al 90% rispetto alle pratiche agricole tradizionali, riciclando i reflui organici provenienti da allevamenti ittici. L'acquaponica presenta numerosi vantaggi rispetto ai metodi di coltura tradizionali, tra i quali risparmio idrico, spazi contenuti, nessun utilizzo di pesticidi e fitofarmaci, nessun utilizzo di fertilizzanti, ridotte emissioni di CO2.

La cooperativa Shoreline, insediata all'Area Science Park di Trieste, si dedicherà alla ricerca applicata e al monitoraggio degli impianti sperimentali. La società è da sempre impegnata sul versante della valorizzazione delle risorse ittiche, per esempio con progetti innovativi per il controllo della tracciabilità tramite DNA barcoding, e per l'uso ai fini industriali, in particolare nel settore chimico-farmaceutico, dei rifiuti derivanti dal lavoro di trasformazione del prodotto ittico. Per l'attuazione del progetto è stato creato un consorzio formato, assieme a Shoreline, dalle Università di Ca' Foscari Venezia e di Lubiana, dall'Uti del Noncello e dalla cooperativa KZ-Agraria.

Sul progetto Bluegrass e sul potenziale dei sistemi di acquaponica è stata avviata anche un'indagine di mercato tra i potenziali consumatori.



ruo - 2547
© World Food Press Agency Srl
EFA NEWS

« Indice

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.