Edizioni Pubblicità Italia

News di Aprile 2020, Settore Food


01/04/2020

Etichette, bene per Filiera Italia indicazione d'origine. “Importante nell’emergenza sostenere filiere 100% Made in Italy”

“La proroga disposta dal governo italiano nella totale latitanza dell’unione europea sull’indicazione obbligatoria di origine in etichetta è un atto fortemente voluto e condiviso dall’intera filiera agroalimentare italiana”, così Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia, di prolungare l’obbligo di origine di pasta, riso e pomodoro trasformato fino al 31 dicembre 2021 (vedi EFA News del 30/3/2020).

Un provvedimento che per Filiera Italia assume un’importanza ancora più rilevante in un momento di crisi in cui la messa in discussione dell’approvvigionamento di materia prima agricola proveniente da altri paesi evidenzia l’importanza di aumentare i prodotti 100% italiani e ridurre la dipendenza dall’estero delle nostre filiere. “Siamo già a buon punto, dipendiamo dall’estero per appena il 25% delle nostre esigenze, dobbiamo ridurre ancora di più questa dipendenza, anche a fronte di comportamenti sempre più egoistici e speculativi da parte di paesi che che dimostrano di anteporre i propri interessi a quelli dell’Unione Europea” prosegue Scordamaglia.

“Non dipendere da questi paesi per un fattore centrale come l’approvvigionamento alimentare è strategico” dice il consigliere delegato. E concludono da Filiera: “Fino a quando questo non si verificherà grazie all’impegno di tutte le industrie più responsabili del nostro paese, continuiamo ad invitare i cittadini italiani a comprare cibo 100% Made in Italy e a leggere l’etichetta con attenzione”.


agu - 11249
Roma, RM, Italia, 31/03/2020 06:15
© EFA News - European Food Agency Srl

« Indice

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore