Edizioni Pubblicità Italia

News di Febbraio 2017, Settore Food


23/02/2017

Le Candidature UNESCO 2017: le colline del Prosecco e l'Arte dei pizzaioli

La Commissione nazionale italiana per l'Unesco ha deciso di candidare nella Lista dei Patrimoni Mondiali dell'UNESCO le colline del Prosecco dove regna «un equilibrio inscindibile tra uomo e territorio rappresentato nelle tradizioni e nella letteratura del '900 e nelle citazioni del suo paesaggio in numerose produzioni pittoriche di maestri del Rinascimento Veneto»

Il via libera nazionale riconosce l’importanza di un territorio dallo straordinario valore storico, culturale e paesaggistico in grado di esprimere un produzione che ha saputo conquistare apprezzamenti su scala mondiale.

La candidatura del Prosecco apre un anno storico per il Made in Italy nell’Unesco perchè tra il 4 e l'8 dicembre 2017 a Seul esaminerà la candidatura per l'iscrizione dell'Arte dei Pizzaiuoli napoletani nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità Unesco a supporto del quale si sta completando la raccolta di 2 milioni di firme in tutto il mondo.

L’arte dei pizzaiuoli napoletani sarebbe il settimo “tesoro” italiano ad essere iscritto nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’Unesco.

Da ricordare che anche Parma e i prodotti tipici della Food Valley ricercati in tutto il mondo hanno ottenuto il riconoscimento dell’Unesco. Il capoluogo emiliano ha ricevuto ufficialmente il titolo di “città creativa per la gastronomia Unesco” nel dicembre del 2015, diventando la prima a rappresentare l’Italia nel settore food. In passato infatti nel network delle città creative sono entrate Bologna per la musica, Torino per il design e Fabriano per la folk art.


(Corriere del Gusto - Consorzio Prosciutto di Parma DOP)

« Indice

Premiata Salumeria Italiana
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Premiata Salumeria Italiana:
Euro Genuine Food
L'Annuario di tutti i DOP, IGP, STG europei dal Produttore al Consumatore