Edizioni Pubblicità Italia

News di Maggio 2020, Settore Carne


28/05/2020

Prezzi, per Filiera Italia è allarme “Famiglie in difficoltà sulla spesa, serve senso di responsabilità”

L’Istat ha registrato un aumento medio dei prezzi dei generi alimentari intorno al 2,7%, ma un’indagine Coldiretti - Filiera Italia ha evidenziato come per alcuni prodotti gli aumenti siano anche più consistenti: 8% su frutta estiva, 5% su verdura e un innalzamento generale dei prezzi di latte e pesce.

“Un allarme generalizzato, ma non tutti gli aumenti sono giustificati”, dice Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia “Se su frutta e verdura le ragioni sono oggettive e rintracciabili nel cambiamento delle condizioni meteorologiche che farà sì che ⅓ della produzione estiva di frutta andrà persa e - continua il consigliere - allo stesso modo concorre all’innalzamento dei prezzi dei prodotti agricoli la mancanza di manodopera nei campi”. Un problema gravissimo, avvertono da Filiera Italia, difficile da sanare se non aprendo le frontiere comunitarie e semplificando il lavoro attraverso i voucher. “ Ingiustificabili, invece - prosegue Scordamaglia - gli aumenti sul latte che ha un calo del prezzo in stalla e un aumento al consumatore, segno evidente di comportamenti non lineari”.

E l’innalzamento di prezzo di alcuni generi alimentari, secondo il consigliere delegato, non fa altro che aumentare vertiginosamente, il food social gap, quella frattura tra chi può permettersi cibo di qualità e chi deve rivedere al ribasso, per qualità e prezzo, il proprio carrello della spesa “ Una tendenza - continua Scordamaglia - evidenziata anche dai consumi ormai in calo, dopo l’accelerazione da scorte nella fase acuta dell’epidemia, dove sempre più spesso i tagli pregiati di carne sono sostituiti dal macinato, dove le grandi eccellenze italiane come bufala, vini e salumi pregiati perdono terreno, anche a causa della difficoltà a ripartire della ristorazione penalizzata anche dal ritardo nella riapertura, sempre meno comprensibile, della circolazione tra regioni e quindi del turismo nazionale”.

“L’aumento arriva in un momento sbagliatissimo in cui le famiglie fanno sempre più fatica e hanno sempre meno soldi da spendere, l’appello, quindi, rivolto a tutti - concludono da Filiera Italia - è a un grande senso di responsabilità”.


agu - 11973
Roma, RM, Italia, 27/05/2020 10:56
© EFA News - European Food Agency Srl

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.