Edizioni Pubblicità Italia

News di Gennaio 2019, Settore Carne


18/01/2019

Industrie europee della carne contestano studio Eat-Lancet. Per Clitravi "i dati sono distorti e la dieta deve essere equilibrata". Bcfn (Barilla) invece condivide e sostiene

Lo studio della commissione Eat-Lancet secondo cui è necessaria una sensibile riduzione dei consumi di carne per nutrire il pianeta in modo sostenibile "ripropone vecchi argomenti anti-zootecnia" e "distorce dati a fini ideologici". Lo riporta una nota dell'associazione europea dei trasformatori di carne (Clitravi). Lo studio, si legge, tralascia per esempio l'impatto ambientale di altri settori: "Un volo di andata e ritorno da Roma a Bruxelles genera emissioni molto più elevate rispetto al consumo annuale di carne e salumi" di una persona. Una "dieta equilibrata e un regolare esercizio fisico possono fare la differenza", chiude la nota, "speriamo che la Commissione Eat Lancet voglia tener conto di questo e di tutte le innovazioni su cui il settore sta investendo per ridurre l'impatto ambientale".

Diversa la valutazione del Barilla Dood Center for food & Nutrition (Bcfn). ''Condividiamo e sosteniamo' le conclusioni dello studio realizzato dalla Commissione Eat-Lancet fornisce una vera e propria guida scientifica per una dieta sana e sostenibile con l'intenzione di trasformare il sistema alimentare", recita una nota. Per Bcfn ''il nuovo rapporto della Eat Lancet Commission dimostra ancora una volta come occorra cambiare urgentemente rotta: l'equilibro tra gli esseri umani e le risorse naturali del pianeta si può ottenere solamente attraverso un'azione trasformativa - sostiene Anna Ruggerini, Direttore Operativo della Fondazione Barilla - degli attuali sistemi alimentari, mettendo in campo opportunità che già abbiamo a portata di mano".


agu - 6135
Bruxelles, Belgio, 17/01/2019 18:07
© World Food Press Agency Srl

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.