Edizioni Pubblicità Italia

News di Aprile 2019, Settore Carne


26/04/2019

Un fine settimana “lungo”, a tutta zootecnia!

Da oggi a domenica 28, sono diverse le iniziative pubbliche che vedono coinvolte, a vario titolo, le Associazioni allevatoriali sul territorio, in una serie di manifestazioni che vanno da quelle classiche di impronta tecnica a momenti di carattere più divulgativo e di contatto con la platea dei consumatori. Il direttore generale di A.I.A., Roberto Maddé: “La zootecnia italiana mostra ai cittadini il suo volto positivo e la funzione di garanzia della qualità e sostenibilità delle produzioni derivanti dagli allevamenti nazionali”

Il calendario è veramente ricco! Fino a domenica 28 aprile, si segnala un'iniziativa rivolta al contatto con i cittadini: “Contadini in Città “, infatti, porterà a Sorrento (Napoli) in Piazza Veniero e Corso d’Italia i “Farmer’s ” campani di Coldiretti con i loro mercati di prodotti “a chilometro zero”, lo street food contadino ed i laboratori didattici per i più piccoli. Non mancherà una speciale “Fattoria degli animali”, organizzata in collaborazione con l’Ara Campania, con una rappresentanza della variegata zootecnia regionale, nella quale spiccano, ad esempio, una delle antiche razze equine locali recuperate quali il Napoletano, la razza bovina Agerolese, oltre ad alcune razze cunicole del Registro Anagrafico Anci.
Più strettamente tecnica la partecipazione alla “Fiera del Madonnino ” a Braccagni (Grosseto), dove da venerdì 26 aprile a domenica 28 aprile il “clou ” zootecnico è rappresentato dalla XXXIV Mostra Nazionale dei bovini di razza Chianina iscritti a Libro Genealogico Anabic (Associazione Nazionale Allevatori Bovini Italiani da Carne), che organizza l’evento assieme all’Ara della Toscana ed all’ente fieristico grossetano. E’ la manifestazione più importante e attesa dell’anno per gli allevatori di questa prestigiosa razza bovina che nell’Italia centrale, ed in particolare in Toscana, Umbria e Lazio, ha la sua culla d’allevamento, con una consistenza di capi attorno alle 45.000 unità distribuite in circa 1.400 allevamenti. La Chianina, con i suoi tagli famosi nel mondo quali la “Fiorentina”, è una delle protagoniste del rilancio delle razze da carne autoctone e della ripresa del consumo di carni italiane, certificate e garantite.
Sempre in tema di carni bovine, per chi apprezza la razza da carne più diffusa numericamente in Italia, la Piemontese (oltre 270.000 capi iscritti), si segnala la manifestazione “Cavour, carne di razza piemontese “ in programma nella cittadina in provincia di Torino (da giovedì 25 aprile a domenica 28 aprile), rassegna giunta alla 20esima edizione e che includerà, oltre ad un ricchissimo programma enogastronomico (vedere www.cavourcarne.it ) la realizzazione di una Mostra Zootecnica regionale curata dall’Ara del Piemonte. Il recente ottenimento della Igp (Indicazione Geografica Protetta) per il “Vitellone della Coscia” piemontese è una conferma delle indubbie qualità delle carni bovine derivate da questa razza.
Infine, per quanto riguarda la zootecnia bovina da latte, sabato 27 aprile e domenica 28 aprile la razza Frisona Italiana sarà protagonista nell’ambito della 35esima “Fiera dell’Agricoltura “ di Arborea (Oristano). Una manifestazione zootecnica di livello regionale molto sentita dagli allevatori sardi, organizzata da A.I.A., Aars e dall’Anafij, che metterà in mostra il meglio della selezione bianconera nella “location” della piana arborense, territorio che esprime allevamenti di prim’ordine ed una filiera lattiero-casearia di alta qualità.

Il direttore generale dell’A.I.A., Roberto Maddé, in proposito dichiara: “Il panorama delle manifestazioni alle quali il Sistema allevatoriale si accinge a partecipare, a vario titolo, in questo ‘Ponte’ lungo di fine aprile, dà in parte la dimensione della varietà di espressioni della zootecnia nazionale e dell’importanza che essa ha in tutte le aree del Paese.

A.I.A. e le associate, in questi eventi, sia di carattere tecnico che divulgativo, intendono evidenziare il contributo fondamentale che la zootecnia italiana fornisce ogni giorno, in tutte le aziende del territorio nazionale, per mantenere il presidio ambientale, il tessuto economico e produttivo, la biodiversità animale, la sostenibilità, l’occupazione e la realizzazione di produzioni - sia di eccellenza che di nicchia, provenienti soprattutto da allevamenti che rispettano il benessere degli animali - che sono alla base dell’agroalimentare made in Italy. Un ruolo, come è evidente, che non va sottovalutato”.


(A.I.A.)

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.