Edizioni Pubblicità Italia

News di Aprile 2018, Settore Carne


27/04/2018

Rabobank: le incertezze minacciano l'ottimismo nel commercio globale delle carni suine, vedi Rabobank Pork Quarterly Q2 2018

Gli impatti della disputa commerciale tra la Cina e gli Stati Uniti distorceranno i mercati e peseranno sui valori della carne suina nel Nord America, mentre generano potenziale per i produttori in Asia, Europa e Sud America. "La potenziale escalation della disputa commerciale tra Cina e Stati Uniti, insieme ai discorsi di modernizzazione del NAFTA in corso, creano un maggiore senso di rischio", secondo Christine McCracken, analista senior di Animal Protein. "Anche la presenza di malattie fa parte di questa incertezza, compresa la minaccia della diffusione della peste suina africana (ASF) in Europa." Con così tante minacce, l'abilità e l'agilità saranno una risorsa chiave per i produttori di ambiente operativo volatile ".


Altri aspetti rilevati dal Rabobank Pork Quarterly Q2 2018 includono:

Cina: politica commerciale che supporta il prezzo
Il calo dei prezzi del suino (-30% annuo in corso) sta comprimendo i margini perché il mercato è ancora sovraffollato. Le tariffe annunciate sulla carne suina dagli Stati Uniti aiutano a stabilizzare i mercati a breve termine, ma è improbabile che compensino completamente le pressioni del mercato. I potenziali dazi sulla soia americana aumentano la pressione sui costi. Si prevede che le perdite continueranno, ma miglioreranno gradualmente man mano che l'industria adeguerà la propria produzione. La domanda di carni suine rimarrà buona, aiutata dalle feste di primavera e dai bassi costi.


USA: la produzione ed il commercio pesano sui mercati
Il monitoraggio della crescita pianificato nel 2018 si traduce in produzioni record stagionali, mentre i ritardi di aumento nella capacità e gli scambi commerciali riducono la domanda. Ci sono pochi cambiamenti immediati nei piani di produzione, dal momento che l'industria ha accumulato fondi per resistere all'attuale recessione. Con le rinegoziazioni del NAFTA in corso e la guerra commerciale con la Cina, i piani per aumentare la produzione devono essere riconsiderati.

UE: l'aumento dell'offerta preme sui prezzi
Si prevede che la crescita della produzione e l'indebolimento delle esportazioni limiteranno l'aumento dei margini nel 2018. La graduale crescita del patrimonio suinicolo riflette i buoni risultati nell'ultimo anno e un rimbalzo della produttività. Non ci si aspetta che l'UE veda una forte ripresa della domanda dalla Cina, ma si prevede una crescita in Giappone e Corea del Sud. La Peste Suina Africana (e il rischio sulle esportazioni prima di questa eventualità) continua a rappresentare una minaccia per il mercato.

Brasile: le esportazioni cinesi aiutano ad attutire il colpo
Un aumento delle esportazioni verso la Cina e Hong Kong sta aiutando a compensare il mancato accesso al principale mercato di esportazione, la Russia. Anche così, i produttori brasiliani continuano a lottare contro i prezzi deboli del maiale e i maggiori costi dei mangimi. Sulla base degli attuali livelli di reddito, è prevista una crescita più lenta della produzione nel prossimo anno.



(research.rabobank.com - 3.tre.3.it)

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.