Edizioni Pubblicità Italia

News di Febbraio 2018, Settore Carne


27/02/2018

Asta delle bovine nate e allevate nel Comprensorio del Parmigiano Reggiano, via al secondo appuntamento. Appuntamento a Parma, sabato 3 marzo

Granarolo Emilia (BO), 27 febbraio 2018 – Oltre 40 bovine da latte nate e allevate all’interno del Comprensorio del Parmigiano Reggiano sfileranno a partire dalle ore 10 sabato prossimo, 3 marzo, nel ring allestito presso la Stalla ex Centro Tori del Consorzio agrario di Parma in occasione della seconda Asta organizzata dall’Associazione regionale allevatori dell’Emilia Romagna (Araer).
Un evento che si ripete a tre mesi esatti dalla prima edizione, quando furono battuti una trentina di capi, venduti a cifre spesso ben superiori alla base di partenza e con le gradinate intorno al ring che registrarono il tutto esaurito nonostante il freddo pungente.
La stretta collaborazione avviata da Araer e Consorzio agrario di Parma ha quindi favorito la realizzazione di un nuovo appuntamento, che oltre a contare su un numero superiore di bovine da latte, sia di razza Frisona che Bruna, intende replicare un successo che sul nostro territorio era fino a oggi sconosciuto, contrariamente a quanto avviene ad esempio in Trentino Alto Adige dove le Aste dei bovini sono una prassi consolidata.

Tutti i soggetti in vendita sono iscritti al Libro genealogico, periodicamente vengono sottoposti ai controlli funzionali da parte dei tecnici Araer, sono figlie di riproduttori inseriti nel circuito della fecondazione artificiale nazionale e vengono alimentate esclusivamente con mangimi ogm free. Elementi che esprimono da soli l’elevato livello qualitativo delle bovine che verranno battute all’Asta e che sapranno attirare l’attenzione degli operatori provenienti non solo dalle zone del Parmense ma, come auspicano gli organizzatori, anche dalle province limitrofe che fanno parte del Comprensorio di produzione del Parmigiano Reggiano.

Per il presidente di Araer, Maurizio Garlappi, l’Asta delle bovine nate e allevate nel Comprensorio del Parmigiano Reggiano rappresenta un’iniziativa che favorisce quel percorso di crescita professionale a cui gli allevatori sono chiamati. “Il successo incassato alla prima edizione dell’Asta il 2 dicembre scorso – afferma – ha in parte sorpreso anche noi. La novità dell’iniziativa e le avverse condizioni meteorologiche erano le incognite che più ci preoccupavano. Ma la risposta degli allevatori e di numerosi altri operatori ci ha dimostrato che un evento del genere era atteso. È stato quindi naturale pensare nei giorni immediatamente successivi a quando organizzare un altro analogo appuntamento. Ci prepariamo quindi al 3 marzo convinti di proporre ancora una volta una carrellata di soggetti di altissimo livello genetico, rigorosamente selezionati in precedenza dai tecnici Araer, garanzia di una produzione che non teme confronti. Oggi la sicurezza sullo stato sanitario del bestiame e sull’applicazione di quanto prevede la normativa sul benessere animale sono fattori che non possono essere disattesi – conclude Garlappi – le bovine che parteciperanno all’Asta del 3 marzo prossimo rappresentano solo un campione, benchè estremamente rappresentativo, di come i nostri associati interpretano la loro attività. Non solo. Il nostro obiettivo, unito anche alle grandi opportunità che la genetica ci offre attraverso l’utilizzo del seme sessato, è anche quello di arrivare a ridurre drasticamente se non azzerare il tasso di rimonta da animali che finora provengono da territori al di fuori dei confini regionali dell’Emilia Romagna per essere poi inseriti nel circuito produttivo del Parmigiano Reggiano dopo un periodo di quarantena. Si tratta di un obiettivo ambizioso, lo so, ma credo ragionevolmente raggiungibile”.

L’appuntamento con l’Asta delle bovine da latte nate e allevate nel Comprensorio del Parmigiano Reggiano è quindi fissato per sabato prossimo, 3 marzo, a partire dalle ore 10 presso la Stalla ex Centro Tori del Consorzio agrario di Parma. L’Asta sarà condotta da Giampaolo Pradi, banditore d’eccezione che gestisce la storica Asta dei bovini che si tiene periodicamente a Trento.

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.