Edizioni Pubblicità Italia

News di Novembre 2018, Settore Carne


04/11/2018

In difesa della carne, il nuovo libro di Andrea Bertaglio

In difesa della carne, il nuovo libro di Andrea Bertaglio

Andrea Bertaglio è un giornalista ambientale, collaboratore de La Stampa, ed è convinto che non ci possano essere soluzioni ai problemi ecologici senza modificare gli stili di vita. In questi ultimi anni si è particolarmente dedicato a studiare l'impatto ambientale, culturale e socioeconomico della produzione di cibo, soprattutto nel settore zootecnico. Esce ora per le Edizioni Lindau, nella collana Le Frecce, la sua nuova fatica con un titolo che in piena epoca di moda veg risulta quasi provocatorio."In difesa della carne", è decisamente un lavoro critico, e anche un po’ polemico, per ricordare a un’opinione pubblica sempre più frastornata che non è tutto come sembra.

Secondo l'autore, infatti, "dopo l’overdose di articoli, blog, trasmissioni che, sull’onda emotiva di un sensazionalismo veg-animalista ormai fuori controllo, hanno fatto incetta di audience attaccando spesso senza motivo uno dei settori più importanti e rappresentativi del Made in Italy, ci sarebbe bisogno di sentire anche il racconto di allevatori, produttori e... onnivori". Non per dire che il mondo dell’allevamento non abbia problemi, contraddizioni o storture da correggere, ma per non dipingerlo solo e sempre eco-insostenibile. E smentire anche qualche fake news, come quella degli antibiotici presenti nella carne.

Bertaglio spiega che "non vengono mai somministrati a priori agli animali, come piace ripetere a qualcuno che evidentemente non sa come funziona un allevamento, ma possono essere utilizzati esclusivamente se autorizzati dalle autorità sanitarie. Le autorizzazioni sono concesse soltanto a quelle sostanze di cui è dimostrata l’efficacia, la sicurezza d’uso per gli animali e di cui si conoscono le caratteristiche metaboliche (in pratica in quanto tempo vengono «smaltite» dall’organismo animale)". E aggiuncge che "ci sono poi precisi piani di campionamento annuali delle carni per verificare l’assenza di residui pericolosi. I risultati di questi controlli dimostrano che i campioni di carne irregolari sono nettamente inferiori all’1%. Sul piano pratico, quindi, le carni non contengono residui di antibiotici e, di conseguenza, non è vero che mangiando carne assumiamo un tot di grammi di antibiotici ogni anno".

E così via anche su ormoni, impatto ambientale, salute: il libro di Bertaglio offre un punto di vista a volte "politicamente scorretto", ma sempre puntualmente sorretto da dati e informazioni scientifiche.



agu - 5247
Torino, TO, Italia, 02/11/2018 12:08
© World Food Press Agency Srl

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.