Edizioni Pubblicità Italia

News di Febbraio 2017, Settore Carne


13/02/2017

Spagna: le esportazioni di carni suine e prodotti derivati sono cresciute del 21% nel 2016

Secondo il direttore del Interprofesional del Porcino de Capa Blanca (Interporc), Alberto Herranz il 2016 sarà un anno storico per il settore suino spagnolo, con oltre 2 milioni di tonnellate e 4.500 milioni di €, vendute all'estero.

Carni suine e prodotti derivati nel 2016 hanno occupato la dodicesima posizione tra i prodotti spagnoli più esportati e il 3° posto nel settore alimentare, dietro solo a frutta e verdura. Le esportazioni del settore suino sono aumentate in modo significativo negli ultimi 8 anni, dove la crescita è stata del 68% in volume e dell'84% in valore che ha accelerato nel corso dell'anno passato, in cui le vendite all'estero sono cresciute del 21% in volume e del 16,5% in valore.

Cina, il principale mercato esterno in volume

Nel 2016 per la prima volta nella storia un paese non europeo, la Cina, è diventata il 1°mercato estero in volume, concentrando oltre il 20% delle esportazioni. Nell'ultimo anno sono raddoppiate le vendite in Cina, da 209.000 t nel 2015 a 419.000 t nel 2016. In aggiunta, 4 altri paesi asiatici sono tra i primi 11 acquirenti: Giappone, Corea del Sud, Hong Kong e Filippine.

Tuttavia, anche se l'importanza del mercato asiatico, in particolare la Cina, è molto notevole, l'Unione europea resta il mercato principale, mantenendo la Francia come il primo fatturato del mercato, con 759 milioni di euro.

Per quanto riguarda i prodotti, quasi il 78% del fatturato estero del settore suino spagnolo deriva dalla vendita di carni fresche, refrigerate o congelate e frattaglie. Seguito da prosciutti e spalle stagionate, con il 9,3% e salsicce con 8,2%. Nel frattempo, la pancetta è al 3,2% e altri prodotti 1,5%.


(3tre3.it)

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.