Edizioni Pubblicità Italia

News di Ottobre 2017, Settore Carne


25/10/2017

Marchesin: un grazie a De Castro per il sostegno all'estensione dei "mandati a vendere" per le OP inserite nell'Omnibus

Stiamo realizzando un percorso virtuoso per il settore della zootecnia bovina e le recenti notizie della soppressione dell’Art. 170 del Regolamento 1308/2013 che consente di esercitare il “mandato a vendere” di bovini tramite le OP era una pessima notizia che ci riportava indietro negli anni, con esperienze non certo positive per le OP, “costrette a commercializzare per decreto”. Queste le considerazioni di Fabiano Barbisan, presidente del Consorzio Italia Zootecnica e di Unicarve nel leggere il testo originario dell’Omnibus.
Per evitare il “ritorno al passato”, Barbisan ha scritto a tutti gli Europarlamentari, chiedendo loro di intervenire e l’On. Paolo De Castro, nella sua veste di primo vice presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo, ha preso a cuore il problema, ed ha agito con decisione nelle sedi opportune, risolvendolo.
La notizia che il recente accordo di revisione dell’Omnibus ha portato al mantenimento del “mandato a vendere”, estendendolo oltre che alla zootecnia anche a tutte le altre produzioni, è ottima e rappresenta una grande opportunità, non solo per la zootecnia ma per tutta l’agricoltura – ha detto Barbisan - poiché consente di sviluppare percorsi commerciali alternativi all’obbligo di conferimento del prodotto, dando più libertà alle OP di scegliere come organizzare la commercializzazione.
Ringrazio l’On. De Castro – conclude Barbisan – perché dimostra sempre attenzione verso il nostro settore visto che ci ha sempre dato risposte concrete, come successo recentemente anche per il mantenimento dell’etichettatura facoltativa delle carni bovine.

(UNICARVE - CONSORZIO ITALIA ZOOTECNICA)

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.