Edizioni Pubblicità Italia

News di Giugno 2017, Settore Carne


18/06/2017

UE: prima riunione della Piattaforma di Animal Welfare (Benessere Animale), indirizzi per gli Stati Membri

Lunedì 5 giugno, il commissario europeo Vytenis Andriukaitis ha aperto ufficialmente l'incontro del lancio della Piattaforma UE sul benessere degli animali.
La Piattaforma riunirà 75 rappresentanti delle parti interessate, le ONG, scienziati, gli Stati membri, Spazio economico europeo (SEE), le organizzazioni internazionali e l'EFSA (European Food Safety Authority). E' la prima volta che tutti gli attori chiave europei si incontrano per scambiare esperienze e contribuire a migliorare il benessere degli animali.

La piattaforma si propone di promuovere il dialogo tra le autorità, le imprese, la società civile e gli scienziati competenti in materia di benessere degli animali che sono rilevanti per i cittadini dell'UE.

La piattaforma assisterà la Commissione per lo sviluppo e lo scambio di azioni coordinate in materia di benessere degli animali, con particolare enfasi su:
- una migliore applicazione delle norme comunitarie in materia di benessere degli animali, attraverso lo scambio di informazioni e migliori pratiche e il coinvolgimento diretto delle parti interessate,
- lo sviluppo e l'utilizzo di impegni volontari da parte delle imprese,
- la promozione di standard di benessere animale nell'Unione europea a livello globale.

La piattaforma si riunirà due volte l'anno. Nella sua prima riunione, la Commissione intende identificare le aree prioritarie di lavoro per i suoi membri, nonché le risorse che i membri sono disposti a condividere. Dai risultati della prima riunione, la Commissione proporrà specifiche aree di lavoro e, se necessario, verranno creati sottogruppi.

Promozione delle norme UE in tutto il mondo si svolge attraverso diverse attività a lungo termine, come ad esempio la negoziazione di standard internazionali nell'Organizzazione mondiale per la salute degli animali (attualmente ci sono tredici standard di benessere animale internazionali sotto l'impeto dell'UE) e l'inclusione del benessere degli animali negli accordi bilaterali di libero scambio.

La designazione di centri di riferimento UE si terrà entro un anno dall'entrata in vigore del nuovo regolamento relativo ai controlli ufficiali. Questi centri aiuteranno i paesi dell'UE nei loro controlli ufficiali per la realizzazione di studi scientifici e tecnici, fornendo formazione e la diffusione dei risultati della ricerca e le informazioni sulle innovazioni tecniche. I centri di riferimento UE forniranno anche conoscenza scientifica e tecnica sui metodi per valutare e migliorare le competenze per il benessere degli animali.


(3tre3.it)

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.