Edizioni Pubblicità Italia

News di Gennaio 2016, Settore Carne


20/01/2016

Lieve l’aumento produttivo previsto nel prossimo decennio

Nello scorso mese di dicembre la Direzione generale agricoltura della Commissione europea ha diffuso le previsioni a medio termine sul mercato agricolo comunitario. In una nota diramata nei giorni scorsi da Anas (Associazione nazionale allevatori suini) viene fatto il punto sul comparto suinicolo europeo. I servizi della Commissione prevedono infatti una crescita marginale della produzione suinicola nel prossimo decennio (+0,2%/anno) dovuta sia a motivi di tutela ambientale che a una flessione dei consumi di carne suina a livello comunitario. Tra i maggiori produttori, gli aumenti interesseranno solo alcuni Paesi tra cui la Germania, la Spagna, la Polonia e l’Olanda, mentre in Danimarca e in Italia è previsto un leggero calo produttivo. Secondo il rapporto, si verificheranno dei progressivi cambiamenti nell’organizzazione produttiva della Ue: Olanda e Danimarca si specializzeranno nella produzione di suinetti e incrementeranno le loro esportazioni, mentre la Germania e la Polonia si confermeranno forti importatori di suinetti (nel 2013 già assorbivano il 78% del mercato comunitario). La domanda di carne suina a livello mondiale si manterrà sostenuta, anche se crescerà più lentamente rispetto al precedente decennio (+2% l’anno anziché +3,1%). Nel 2025 la richiesta mondiale dovrebbe raggiungere gli 8,8 milioni di tonnellate e sarà sostenuta soprattutto dall’Asia e dall’Africa Sub Sahariana. Buona parte della domanda sarà assorbita dalla Cina. Dopo il forte aumento dei consumi pro-capite già registrato tra il 2014-2015, nei Paesi della Ue N13, quelli che sono entrati a far parte dell’Unione più di recente, ci si attende un’ulteriore crescita, soprattutto in Polonia e in Romania, fino a raggiungere i 34,9kg/pro-capite nel 2025. Al contrario, nei Paesi della Ue-15 i consumi pro-capite sono previsti in calo (arriveranno a 31,1kg/pro capite nel 2025). Nel prossimo decennio, secondo gli esperti della Commissione, i prezzi dei suini dovrebbero avere un andamento più sostenuto (+11% nel 2025 rispetto al 2014) grazie soprattutto alla domanda elevata che si registrerà a livello mondiale.



(Osservatorio Agri&Food di CremonaFiere)

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.