Edizioni Pubblicità Italia

News di Gennaio 2016, Settore Carne


20/01/2016

Negativa la redditività degli allevatori anche a dicembre, bene solo quella di macellatori e stagionatori


Anche dicembre, per la suinicoltura italiana, si è chiuso per gli allevatori con il segno negativo. Lo rende noto il Crefis (Centro ricerche economiche sulle filiere suinicole) nella sua mensile newsletter sull’andamento del comparto. Per il terzo mese consecutivo, infatti, la redditività degli allevatori è peggiorata rispetto a novembre 2015 incassando un -7,1%, mentre rispetto a dicembre 2014 il calo è stato di -3,9%. Secondo l’analisi condotta dai ricercatori di Crefis a gravare sul settore è la pesantezza del mercato dei suini da macello, nonostante il calo dei principali costi di produzione alimentari, a iniziare da mais e soia. Il prezzo medio di questa tipologia di capi sul mercato di Modena si è fermato a dicembre a 1,242euro/kg, in calo del 7,2% rispetto al mese precedente, ma a colpire è soprattutto il dato tendenziale, che segna -8,9%. Negativa anche la congiuntura dei suini leggeri, con prezzi che sempre a dicembre sono scesi del 4,9% rispetto a novembre mentre rispetto a un anno prima (dicembre 2014) il dato è positivo con un incremento del 2,5%.

Bene invece la fase di macellazione. La redditività ha segnato un +10% su base congiunturale e +12,5% su base tendenziale: una delle migliori performance in oltre un decennio. Il risultato scaturisce dal forte calo del prezzo dei suini, principale costo per i macellatori, ma anche per la buona fase del mercato dei lombi freschi, i cui prezzi a dicembre sono saliti alla Cun del 10,7% rispetto a novembre (con variazioni tendenziali ancora però negative: -3,8%). Dicembre ha mostrato un forte aumento anche della redditività della fase di stagionatura dei prosciutti, sia Dop che generici. In particolare, l’indice Crefis della stagionatura del Prosciutto di Parma Dop pesante è migliorato, rispetto a novembre, del 4,2% e addirittura del 14% rispetto al 2014. Per quanto riguarda i prosciutti generici la redditività è migliorata dello 0,5% su base congiunturale e dell’1,5% su base tendenziale.


(Osservatorio Agri&Food di CremonaFiere)

« Indice

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.