Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 4, 2020

Rubrica: Fiere
(Articolo di pagina 120)

Cibus Forum: il Food & Beverage post Covid-19

Il primo evento phygital di networking per rilanciare consumi e export

Come reagire ai nuovi scenari aperti dall’emergenza Covid-19: se ne parlerà a Cibus Forum, in programma dal 2 al 3 settembre prossimi a Parma. Cibus ha sempre rappresentato un momento di riflessione e condivisione per la community agroalimentare nazionale. La gravità della crisi attuale necessita però di un confronto più approfondito e proprio per questo motivo Fiere di Parma, in collaborazione con Federalimentare, ha organizzato “Cibus Forum – Food & Beverage e Covid: dalla transizione alla trasformazione”. Cibus Forum, che accoglierà gli operatori in un quartiere fieristico con un sistema di gestione accessi volto a garantire la sicurezza e la salute dei visitatori, sarà un evento fisico trasmesso anche in diretta streaming, al fine di consentire anche a buyer e retailer esteri di assistere ai lavori.

Accanto alle sessioni di discussione ci sarà anche una ricca offerta espositiva. Infine, un’area lounge e uno spazio innovazione.

«L’idea è quella di confrontarsi per accelerare una normalizzazione dei processi di produzione-distribuzione-somministrazione che sia premessa per un rilancio dei consumi interni e una rapida ripresa dell’export» ha dichiarato Antonio Cellie, ceo di Fiere di Parma. «Utilizziamo i risultati di questo stress test per progettare coralmente il prossimo ciclo di sviluppo con la partecipazione attiva e dialogante di tutta la filiera».

«Sarà un momento strategico per tutto l’agroalimentare» conferma Ivano Vacondio, presidente di Federalimentare. «Faremo il punto sulla situazione dell’Ho.re.ca., da cui dovranno ripartire i nostri consumi interni e sui quali è arrivato il momento di fare un ragionamento serio: non possiamo più permetterci il loro stallo».

Le quattro sessioni di Cibus Forum sono articolate su uno schema che prevede relazioni di istituti di ricerca, illustrazioni di case history, tavole rotonde coi principali attori della filiera agroalimentare. Il programma di incontri sta prendendo forma definitiva.

Interverranno a Parma tre rappresentanti del Governo: Luigi Di Maio, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione; Teresa Bellanova, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali; Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente. Interverranno anche Catherine Geslain Lanéelle, vice capo di Gabinetto Commissario UE Agricoltura; l’europarlamentare Paolo De Castro; Roberto Luongo, direttore ICE Agenzia; Stefano Bonaccini, governatore Regione Emilia-Romagna; Federico Pizzarotti, sindaco di Parma.

E ancora, rappresentanti dei Ministeri dello Sviluppo Economico, della Salute, dell’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione oltre a René Castro Salazar, vicedirettore generale Dipartimento Clima, Biodiversità, Terra e Acqua, della FAO.

Il mondo della industria alimentare sarà rappresentato da Ivano Vacondio e vedrà la partecipazione delle maggiori aziende (alcune delle quali esporranno i loro nuovi prodotti) e le relazioni di vari capitani d’industria come Nicola Levoni, MOB FoodDrinkEurope, Francesco Mutti, CEO Mutti Spa, Zefferino Monini, presidente di Olio Monini, Guido Barilla, presidente di Gruppo Barilla Spa, Chiara Rossetto, AD Molino Rossetto Spa.

Nel panel sull’agricoltura interverranno: Ettore Prandini, presidente Coldiretti; Massimiliano Giansanti, presidente Confagricoltura; Dino Scanavino, presidente CIA; Giuseppe Ambrosi, presidente Assolatte; Alessandra Ravaioli, Associazione Nazionale Le Donne dell’Ortofrutta.

Tra i rappresentanti della Distribuzione Moderna prenderanno la parola Marco Pedroni, presidente COOP Italia e Giorgio Santambrogio, AD Gruppo VéGé. E ancora: Alessandra Corsi, direttrice marketing e MDD Conad; Eleonora Graffione, presidente Consorzio Coralis; Grazia De Gennaro, Head of Communications Maiora – Despar Centro Sud.

Presenti anche esperti come il prof. Giuseppe Ippolito dell’Istituto Spallanzani, Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione Univerde; Catia Bastioli, amministratrice delegata di Novamont ed altri ancora. Le relazioni di base saranno svolte da Nielsen, Nomisma, The European House – Ambrosetti.

>> Link: cibusforum.cibus.it

Photogallery

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.