Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 4, 2020

Rubrica: Il pesce in tavola
(Articolo di pagina 110)

Branzino con datterini e limone

La semplicitĂ  di una ricetta dello chef Simone Rugiati, brand ambassador di Fish from Greece in Italia

In un momento di ripartenza come quello che stiamo vivendo, lo chef Simone Rugiati, brand ambassador di Fish from Greece in Italia, propone una ricetta rapida e gustosa da preparare e assaporare tra le mura domestiche: il Branzino con datterini e limone, creato con ingredienti di stagione che valorizzano l’alta qualità della materia prima, il filetto di branzino proveniente dagli allevamenti HAPO – Hellenic Aquaculture Producers Organization. Per questa ricetta, lo chef ha scelto di giocare sul contrasto dato dalla dolcezza dei pomodori datterini, sfumata dall’acidità del limone e profumata dal rosmarino: un piatto in cui il protagonista assoluto è il pesce, che rimane così succoso e delicato e che, grazie al mix di ingredienti semplici e di qualità, porta sulle nostre tavole i colori e i profumi dell’estate ormai alle porte.

Quando parliamo del pesce fresco greco “firmato” Fish From Greece, ci riferiamo a cinque prodotti di eccellenza: l’orata, il branzino, il pagro, l’ombrina boccadoro e la ricciola, che portano sulla tavola degli Italiani tutta la ricchezza, la diversità e la purezza provenienti dalla trasparenza dei mari della Grecia, ecosistema ideale per l’allevamento di pesce fresco e sano.

Con l’arrivo della bella stagione, le ricette fresche e leggere sono sempre più richieste e apprezzate: per questo è importante ricordare che in estate, così come nel resto dell’anno, un consumo regolare di pesce fresco e di qualità è l’alleato ideale di una dieta sana, bilanciata — ricca di benefici per il cervello e per tutto il corpo — per non rinunciare mai all’apporto di proteine, vitamine, minerali e, toccasana per la memoria, di acidi grassi essenziali Omega-3.

HAPO – Hellenic Aquaculture Producers Organization

 

La ricetta di Simone Rugiati

 

Ingredienti

1 filetto di branzino spinato e marinato con sale, pepe, peperoncino in polvere e olio 4-5 pomodori datterini dolci 1 spicchio d’aglio 2 rametti di rosmarino e/o basilico 1 fetta di limone non trattato sale, pepe, peperoncino in polvere olio evo delicato poca acqua

 

Procedimento

Puliamo e togliamo le spine al filetto di branzino, lo mariniamo leggermente con sale, pepe, peperoncino in polvere e olio evo delicato, aggiungiamo i pomodori datterini tagliati, del succo di limone e la scorza grattugiata; facciamo saltare tutto in padella a fiamma alta, facendo in modo che il filetto si caramelli leggermente. Nel frattempo, continuiamo a sfumare col succo di limone e con l’acqua dei pomodorini stessi e aggiungiamo i rametti di rosmarino.

 

Altre notizie

 

Cozze, arselle, ostriche e bottarga: la Sardegna nei piatti dell’estate

Nieddittas, il brand che gestisce l’intera filiera della mitilicoltura nel Golfo di Oristano, per questa estate 2020 ha suggerito alcune ricette semplici e veloci, abbinando alcune delle specialità che produce: cozze, arselle, ostriche e bottarga. Quattro ingredienti molto apprezzati da chi ama la cucina di mare e che si prestano a realizzare sia ricette molto semplici sia ricette più complesse. La ricetta scelta da noi è “Ostrica e limone, bottarga e sedano”, proposta dallo chef Roberto Serra. Le ostriche sono certamente uno dei frutti di mare più conosciuti e apprezzati. Sinonimo da sempre di raffinatezza, le ostriche sono considerate imperdibili da chi ama i sapori del mare e, in particolare, da chi ama il gusto dei frutti di mare crudi. Per apprezzarne appieno il gusto delicato, gradevole e salmastro, è uso comune consumarle crude, eventualmente con un goccio di limone e accompagnate dai migliori vini bianchi. La bottarga è invece uno dei cibi più tipici della tradizione sarda.

Sicurezza e qualità

La storia di Nieddittas inizia nel 1967, quando nove pescatori si riunirono per dare vita alla CPA Cooperativa Pescatori Arborea, valorizzare le cozze e il pescato offerti dal mare e creare tante opportunità per i collaboratori che, nel tempo, hanno affiancato i soci fondatori. In oltre 50 anni di vita la piccola cooperativa è diventata una delle aziende più importanti d’Italia nel proprio settore, capace di proporre al mercato un prodotto di alta qualità, certificato per tutta la filiera e distribuito in tutta Italia. I piatti suggeriti da Nieddittas possono essere assaporati in tutta sicurezza perché le materie prime provengono dalla filiera di eccellenza dell’azienda nel Golfo di Oristano: una filiera controllata che rispetta il mare e il territorio e che garantisce un prodotto sempre sano e sicuro, controllato con attenzione in ogni fase della lavorazione, dal mare alla tavola (in foto, Ostrica e limone, bottarga e sedano, granita alla melissa dello chef Roberto Serra; photo © Pierluigi Dessì/Confinivisivi).

Per la preparazione del piatto

Aprire le ostriche con il coltello apposito, condire con un’emulsione di olio e limone e tenere da parte. Tagliare a fette sottili il cuore del sedano, la parte più tenera, e condire con olio extravergine d’oliva e qualche goccia di limone. Tagliare la bottarga a lamelle. Creare uno sciroppo con l’acqua e lo zucchero e mettere in infuso la melissa; abbattere a –18 °C e grattare con una forchetta. Adagiare l’ostrica nel piatto di portata, il sedano con sopra la bottarga a lamelle e servire la granita in un bicchierino di vetro decorando con la foglia di melissa.

>> Link: www.nieddittas.it

 

Didascalia: 1) il Branzino con datterini e limone firmato dallo chef toscano Simone Rugiati con il pesce firmato “Fish from Greece”. 2) Ostrica e limone, bottarga e sedano, granita alla melissa dello chef Roberto Serra.

Photogallery

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.