Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 3, 2020

Rubrica: Attualità
(Articolo di pagina 24)

Finanziamenti in arrivo

Commissione UE: semaforo verde a schema italiano da 100 milioni di euro. Per imprese comparti agricolo, ittico e acquacoltura

Il presidente della Commissione Agricoltura della Camera, Filippo Gallinella, ha annunciato che è giunto il via libera della Commissione UE alle misure italiane per i finanziamenti alle imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura. Dunque queste potranno beneficiare delle opportunità previste dal Decreto Liquidità, attraverso cui lo Stato si fa garante per agevolare l’erogazione di finanziamenti da parte delle banche alle aziende in difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus.
Per il settore agricolo è prevista una dotazione finanziaria esclusiva di 100 milioni assegnati all’Ismea per il 2020. Nello specifico, il canale Ismea prevede un importo massimo finanziabile di 5 milioni di euro, da restituire in massimo 6 anni. La garanzia è senza costi e può essere rilasciata per tutti fino all’80% del valore del finanziamento e consente la rinegoziazione di prestiti precedenti con l’aggiunta del 10% di liquidità per i seguenti interventi:

  • acquisizione beni immobili;
  • acquisto attrezzature;
  • acquisto macchine o bestiame;
  • acquisto prodotti da lavorare;
  • costruzione beni immobili;
  • innovazione tecnologica;
  • miglioramento beni immobili;
  • miglioramento fondiario;
  • ricerca;
  • sperimentazione;
  • valorizzazione commerciale dei prodotti.

Inoltre, sono state introdotte le seguenti nuove finalità:

  • liquidità LTC: il valore del finanziamento non potrà superare il doppio del costo del personale 2019 (nuova costituzione, il doppio del costo previsto per l’anno), il 25% del fatturato 2019, il fabbisogno di working capital e di investimenti, attestato con autocertificazione nei successivi 18 mesi, con garanzia al 90%;
  • rinegoziazione LTE: sono garantibili i finanziamenti per rinegoziazione del debito, purché il valore del nuovo finanziamento sia almeno maggiore del 10% del valore del finanziamento rinegoziato, con garanzia all’80%;
  • liquidità 25 LMT: la garanzia è automatica, il finanziamento deve avere durata massima di 6 anni, di cui almeno 24 mesi di preammortamento, deve essere rilasciata una autocertificazione dall’impresa sui danni per covid-19, sul valore del fatturato nel 2019; l’importo massimo del finanziamento è fino al minore tra: 25% degli ultimi ricavi dichiarati (autocertificazione), 25 mila euro, con garanzia al 100%;
  • ristrutturazione LTP: la garanzia opera anche sui finanziamenti già in essere presso la stessa banca, purché il prestito originario sia stato perfezionato da non più di tre mesi rispetto alla data di presentazione della richiesta, dopo il 31 gennaio 2020, con garanzia al 90%.

(Fonte: EFA News European Food Agency)

 

Altre notizie

 

I pescatori dell’Argentario non si fermano grazie all’iniziativa di Vivo

Il pesce pescato nella notte all’Argentario dalla piccola flotta di pescherecci viene trattato e consegnato in poche ore nelle case di Milano, Firenze e Parma: è la nuova idea di Vivo per mantenere in funzione la filiera della pesca nonostante il forte calo dei consumi e i problemi di trasporto di questo periodo. Questa iniziativa fa parte del progetto di Vivo per te per mantenere attiva la filiera della pesca e della ristorazione e salvaguardare il posto di lavoro di pescatori, cuochi e personale di sala in questo periodo di emergenza. Il pesce pescato ogni giorno viene confezionato in tre tipologie di box da 2, 3 e 5 chili. Non si ha la certezza di cosa si troverà nel box, perché dipende da quello che i pescatori troveranno in mare quel giorno ma in questo modo non ci sono sprechi e il pesce è sempre freschissimo. «Le conseguenze di un blocco totale per i pescatori dell’Argentario, che vivono alla giornata in base a ciò che il mare offre, avrebbe potuto avere delle conseguenze devastanti» ha dichiarato Maurizio Manno, amministratore di Vivo. «Con la nostra attività abbiamo creato un’occasione per cui continuasse a esserci la necessità di avere pesce freschissimo ogni giorno. Per il benessere dei nostri clienti e per far sì che l’attività dei pescatori non si fermasse». Il progetto Vivo è nato nel 2013 con lo scopo di valorizzare il pesce del Tirreno grazie ad un’intera filiera composta da pescatori, esperti che confezionano e smistano il pesce appena pescato, autisti che consegnano il prodotto ai tre ristoranti e cuochi che lo valorizzano in modo semplice e genuino (photo © Vivo per te).

>> Link: vivoacasa.it

 

“Capraia Smart Island – Filiera Ittica Sostenibile” posticipata causa Covid-19: appuntamento dal 17 al 19 settembre 2020

La 1ª edizione di “Capraia Smart Island – Filiera Ittica Sostenibile. Innovazione e sostenibilità: sfide, metodi e tecnologie”, evento promosso dall’associazione Chimica Verde Bionet, in collaborazione con Legacoop Agroalimentare – Dipartimento Pesca, è stata posticipata e si terrà sull’Isola di Capraia dal 17 al 19 settembre prossimi. L’iniziativa, realizzata con il contributo di Coopfond, fondo mutualistico di Legacoop, è uno spin off del consolidato evento biennale Capraia Smart Island e punta a promuovere processi di innovazione all’interno della filiera ittica.

Premio Innovazione Filiera Ittica Sostenibile
Anche le deadline per inviare le candidature al Premio Innovazione Filiera Ittica Sostenibile, promosso nell’ambito dell’iniziativa, è stata spostata. Le aziende interessate a iscriversi potranno farlo fino al prossimo 25 luglio. Partecipare è semplice e gratuito. Basta scaricare sul sito del concorso www.chimicaverde.it/capraia-smart-island-filiera-ittica il questionario (in formato .docx) relativo alla categoria di premio per la quale si intende concorrere, compilarlo in tutte le sue parti e inviarlo alla mail capraiasmartisland@gmail.com. Il gruppo di lavoro di Capraia Smart Island – Filiera Ittica Sostenibile sta continuando a lavorare, nel rispetto delle disposizioni in vigore, per valutare tutte le candidature del premio rivolto alle imprese e, in generale, per organizzare al meglio l’evento. «Siamo convinti che il miglior contributo, in questo momento complesso, sia quello di continuare a fare ciò che sappiamo fare per farci trovare pronti quando tutto tornerà alla normalità, quando buone idee e strategie innovative saranno fondamentali per il nostro Paese», sottolineano. L’evento ha il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Livorno, Comune di Capraia Isola, Accademia dei Georgofili, Legambiente, Kyoto Club, Parco Nazionale Arcipelago Toscano, CNR IIA. È realizzato con il contributo di Coopfond, fondo mutualistico di Legacoop. Altri sponsor sono Skretting Italia Spa, CCPB, Marine Stewardship Council, ASA spa, Toremar, Biofoam™ by Be Wi Synbra, Federunacoma, Novamont, Legacoop Toscana, Acquainbrick. Chimica Verde Bionet è un’associazione senza fini di lucro costituita il 21 marzo 2006 da un gruppo di esperti del mondo della ricerca e da Legambiente nazionale con lo scopo di promuovere e sviluppare la ricerca e l’applicazione industriale di materie prime di origine vegetale. Capraia Smart Island è un evento multidisciplinare che da quattro anni promuove un modello sostenibile di decarbonizzazione per le isole minori in relazione alle seguenti tematiche: rifiuti, energia, ciclo dell’acqua, mobilità sostenibile, agricoltura, ecoporto e filiera ittica. Il Dipartimento Pesca di Legacoop associa 300 cooperative e 95 imprese, per un fatturato di 300 milioni (25% della Plv italiana). Tra i suoi obiettivi ci sono la promozione di un approccio sostenibile al settore della pesca in tutti suoi ambiti.

 

Didascalia: il pescato del giorno arriva direttamente in box di conservazione in poche ore nelle case di Milano, Firenze e Parma: è la nuova iniziativa di Vivo per mantenere in funzione la filiera della pesca del Tirreno (photo © Vivo per te).

Photogallery

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.