Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 3, 2020

Rubrica: Mercati
(Articolo di pagina 86)

Il segmento biologico

Il pesce e i frutti di mare biologici rappresentano un mercato di nicchia nell’UE. Nei principali Paesi dell’UE presi in esame (Germania, Spagna, Francia, Italia e Regno Unito), del totale dei prodotti ittici non trasformati consumati nel 2018, 45.500 tonnellate derivavano dalla produzione biologica. Si tratta di un incremento del 4% rispetto al 2017, ma del 28% rispetto al 2014, che ha determinato un aumento della rappresentatività dei prodotti biologici sul consumo complessivo di prodotti ittici non trasformati.
In termini assoluti, i primi consumatori di prodotti ittici biologici nell’UE sono il Regno Unito e la Germania. Nel 2018, tutti i paesi analizzati hanno raggiunto il picco quinquennale, tranne l’Italia, che ha mostrato una sostanziale stabilità dal 2014. L’incremento più accentuato è stato registrato dalla Francia (+80% rispetto al 2014), seguita da Regno Unito e Germania (+26%) e Spagna (+15%).
La specie ittica biologica più consumata nell’UE è il salmone. Sostenuta da una domanda crescente, la produzione di salmone biologico nell’UE ha raggiunto di recente livelli molto significativi.
I produttori principali di salmone biologico sono l’Irlanda e il Regno Unito (Scozia e, in misura minore, Irlanda del Nord). Secondo le stime per il 2017, la produzione irlandese di salmone biologico ha raggiunto 19.300 tonnellate, mentre quella scozzese è stata di 3.000 tonnellate. Inoltre, tutta la produzione di salmone in Irlanda era conforme agli standard biologici. Più della metà delle esportazioni irlandesi di salmone biologico è destinata alla Francia, mentre Germania e Regno Unito ne importano complessivamente il 20%.
Poiché la produzione dell’Irlanda e del Regno Unito non basta a soddisfare la domanda del mercato dell’UE, la fornitura interna di salmone biologico è sostentata da prodotti importati dalla Norvegia, la cui produzione nel 2017 è stata stimata a 17.000 tonnellate, rispetto alle 23.000 tonnellate circa prodotte nell’UE.
Con circa l’80% stimato come parte della produzione norvegese che entra nel mercato UE, nel 2017 il salmone biologico di importazione ha rappresentato quasi il 40% del mercato totale dell’UE.
Fonte: Osservatorio europeo del mercato dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura
Il mercato ittico dell’UE

Edizione 2019 EUMOFA

 

Didascalia: secondo l’Osservatorio europeo del mercato dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, il salmone è la specie ittica biologica più consumata nell’Unione Europea (photo © okkijan2010 – stock.adobe.com).

Photogallery

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.