Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 5, 2019

Rubrica: Aziende
(Articolo di pagina 48)

Da Orada Adriatic eccezionali prodotti, rispettosi del benessere animale e dell’ambiente

Dalle coste croate e dalle profondità del mar Adriatico settentrionale

La Storia
Orada Adriatic d.o.o. opera nel settore ittico da oltre 20 anni. Un lungo periodo durante il quale l’azienda croata non ha mai smesso di investire nella propria crescita e nel miglioramento dei suoi allevamenti, così come nella tecnologia di lavorazione dei pesci a carne bianca e nella distribuzione di pesce azzurro fresco, lavorato, marinato e congelato, maturando al contempo una lunga esperienza nel canale Ho.re.ca., dove è riconoscibile per l’assortimento e la qualità dei suoi prodotti. Orada Adriatic ha conquistato i mercati croati ed esteri — in particolare quelli di Italia, Slovenia, Germania, Francia, Svizzera e Austria —, grazie ad una rigida politica aziendale votata al perseguimento dell’eccellenza e all’offerta di prodotti di altissima qualità sia dal punto di vista organolettico che igienico-sanitario. Ad oggi l’azienda vanta un parco di oltre 30 mezzi, che le permettono di raggiungere i clienti di tutta Europa in 24/48 ore. Nel 2017, fedele al suo spirito di miglioramento, ha realizzato un nuovo magazzino, che si estende su una superficie di 4.500 m2 ed è attrezzato con i macchinari disponibili più all’avanguardia al fine di ampliare la gamma di lavorazioni ed introdurre le linee dei prodotti congelati IQF, marinati e confezionati in atmosfera protettiva. Inoltre, la nuova struttura garantisce un sistema integrato di controllo della sicurezza alimentare in tutte le fasi del processo di produzione e distribuzione, oltre che un alto livello di trasparenza lungo l’intera catena di fornitura, rispettando gli standard previsti dalle certificazioni HACCP e IFS Food ottenute.

Orate e branzini core business dell’azienda
Nel mare incontaminato che circonda le due isole di Cres e Plavnik, collocate nella meravigliosa cornice del Golfo del Quarnaro, sono situati i tre impianti produttivi di orate e branzini, core business dell’azienda. Fin dall’inizio della sua attività Orada Adriatic si è prefissata l’obiettivo di ottenere un prodotto eccellente ed è riuscita a raggiungerlo a pieno anno dopo anno, grazie alla combinazione vincente di due importanti aspetti: collocamento del sito produttivo e corretta gestione dello stesso. Da un lato, infatti, ci sono le acque prive di contaminanti derivanti da insediamenti civili o industriali, con una profondità di 70 metri e caratterizzate da correnti marine continue; dall’altro lato, l’accurata scelta degli avannotti e del mangime, la bassa densità mantenuta all’interno delle gabbie in mare aperto (10 kg/m3 per le orate e 12 kg/m3 per i branzini), l’alta igiene dell’acqua mantenuta con costanti pulizie di reti e gabbie e l’assenza di antibiotici sin dal primo giorno in mare. Tutti elementi che permettono ai pesci di vivere in condizioni ottimali e nel pieno rispetto del loro benessere. Orada Adriatic commercializza i suoi prodotti allevati col marchio Royal Adriatic®, che presto sarà affiancato da due importanti loghi, quelli delle certificazioni Antibiotic Free e Aquaculture Stewardship Council (ASC), per il cui ottenimento l’azienda sta lavorando attualmente, in quanto fortemente sensibile al benessere animale e alla sostenibilità ambientale dell’acquacoltura, in accordo con la maggior parte dei consumatori di oggi. La certificazione Antibiotic Free, infatti, permette di dimostrare che gli animali non hanno subito trattamenti antibiotici durante tutto il ciclo di allevamento o negli ultimi sei mesi, e questo è possibile solo negli impianti in cui la gestione è impeccabile, dove vengono quindi tenute sotto controllo qualità dell’acqua e del mangime e soprattutto densità di allevamento. La certificazione ASC, invece, permette al consumatore di fare una scelta responsabile sia dal punto di vista ambientale che sociale. I suoi standard infatti garantiscono ad esempio che:

  • sia minimizzato l’impatto sulla biodiversità delle acque dove è localizzato l’allevamento, riducendo le fughe di pesci e proteggendo la qualità ecologica dei fondali marini;
  • venga contrastato l’inquinamento del mare attraverso la misurazione costante di vari parametri dell’acqua;
  • siano ridotti al minimo i focolai di malattie e sia predisposto un piano per la riduzione della mortalità in azienda;
  • venga effettuata una valutazione del consumo di energia e delle emissioni di gas ad effetto serra sia in allevamento che per i mangimi utilizzati;
  • l’azienda venga resa sicura anche per i lavoratori, ai quali deve essere assicurato un salario equo e un orario di lavoro regolamentato.

L’impegno e la professionalità che Orada Adriatic investe nel set­tore dell’acquacoltura sono stati riconosciuti dai clienti, che le hanno permesso di aumentare la produzione annua in modo rilevante, portandola dalle 50 tonnellate iniziali alle 1.700 attuali. Ma non solo! In occasione della 27a edizione della Seafood Expo Global, a Bruxelles, l’azienda, presente nel padiglione della Croazia, ha fatto testare i propri filetti di orata e di branzino, confezionati in atmosfera protettiva, all’International Taste and Quality Institute (iTQi). Quest’ultimo segue una metodologia standard per testare e valutare la qualità organolettica di ogni prodotto, chiedendo ad ogni membro della giuria di dare un punteggio alle seguenti carat­teristiche: prima impressione, impatto visivo-estetica di prodotto, giudizio olfattivo, gusto, consistenza (cibo) o sensazione fi­nale (bevande). La giuria è composta da chef esperti, provenienti da tutto il mondo, i quali, in silenzio e singolarmente, degustano i prodotti alla cieca, quindi senza conoscerne la provenienza o il produttore, per garantirne una valutazione oggettiva. Per entrambi i prodotti testati, Orada Adriatic ha ottenuto il Premio Gusto Superiore (Superior Taste Award), la certificazione indipendente più rinomata al mondo, e il titolo di “Prodotto Straordinario”. Le due stelle d’oro conquistate a Bruxelles sono dunque un importante traguardo raggiunto in occasione della prima partecipazione dell’azienda a questa importante competizione.

Il pesce azzurro
Orada Adriatic è presente sul mercato anche col pesce azzurro, ben noto per le sue straordinarie caratteristiche organolettiche. È poi da sottolineare la particolare virtuosità di quello croato, che, grazie alle reti da circuizione, metodo di pesca utilizzato in Croazia, calate in mare da imbarcazioni denominate “lampare”, non subisce lo stress meccanico che potrebbe subire con altri metodi di cattura; inoltre, le reti da circuizione, non toccando il fondale marino, permettono di effettuare una pesca selettiva ed ecosostenibile. Il rifornimento di pesce azzurro avviene tramite la collaborazione con oltre dieci pescherecci selezionati nel tempo, che prendono il largo nelle acque del mare Adriatico settentrionale.

Le lavorazioni
Quattro sono le gamme di prodotti offerte da Orada Adriatic: freschi, congelati, marinati e confezionati in atmosfera protettiva. La realizzazione del nuovo magazzino ha permesso di ampliare la rosa di prodotti offerti ai clienti, partendo dai prodotti freschi commercializzati su ghiaccio, sia tal quali che lavorati. Per quanto riguarda il pesce bianco, le lavorazioni sono: eviscerazione, squamatura e filettatura; mentre alici e sardine vengono commercializzate in filetti, tronchetti o decapitate. Filetti di orate e branzini e pesce azzurro, tal quale o lavorato, vengono anche congelati con il metodo del congelamento rapido individuale (IQF) per essere venduti in imballi di vario tipo. A questi prodotti congelati si aggiunge anche uno dei molluschi cefalopodi più apprezzati, quale il calamaro della Patagonia, proposto intero o ad anelli, in blocco o in IQF. Stanno riscuotendo un notevole successo anche le linee dei prodotti marinati e confezionati in atmosfera protettiva (MAP). Nei primi rientrano filetti di alici, orate e branzini, che vengono marinati per 48 ore in aceto di vino e poi confezionati in olio di semi di girasole, in imballi adatti sia ai punti vendita che alle gastronomie o ai ristoranti. Dei secondi invece fanno parte i filetti di orata, branzino, sardine e sardine decapitate, lavorati e confezionati subito dopo l’arrivo in magazzino, così da preservarne la freschezza. La stessa che il confezionamento in MAP riesce a mantenere inalterata per diversi giorni, rendendo questi prodotti adatti alla Grande Distribuzione Organizzata.
Non smentendosi sul fronte del miglioramento, Orada Adriatic sta studiando dei nuovi prodotti da poter proporre in futuro alla clientela.

Progetto AdriAquaNet

Orada Adriatic, insieme ad altre tre industrie, un consorzio e sei laboratori di ricerca, partecipa al progetto AdriAquaNet, finanziato dal Programma UE Interreg V Italia-Croazia 2014-2020 e guidato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Udine, per migliorare l’innovazione e la sostenibilità dell’acquacoltura nell’Adriatico. Per la prima volta, dai due lati del mare Adriatico, ci sarà una cooperazione per sviluppare nuove tecnologie e aumentare l’informazione verso i consumatori, nel settore della maricoltura, dal quale si ricavano prodotti ittici molto apprezzati. È un progetto a cui tiene molto, visto che serve, tra le altre cose, per migliorare il benessere degli animali e aumentare la sostenibilità ambientale. Per maggiori informazioni consultare il sito www.italy-croatia.eu/web/adriaquanet

>> Link: www.royal-adriatic.it

 

Didascalia: buoni e vincenti: sono i filetti di orata e di branzino di Orada Adriatic, confezionati in atmosfera protettiva, premiati con il Superior Taste Award e con il titolo di “Prodotto Straordinario” dall’International Taste and Quality Institute (iTQi) in occasione della 27a edizione della Seafood Expo Global, a Bruxelles.

Photogallery

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.