Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 2, 2019

Rubrica: Acquacoltura
(Articolo di pagina 30)

CREA: in Italia si consuma ancora poco pesce sostenibile

I risultati dell’indagine presentati ad Aquafarm: oltre il 30% del campione acquista prodotti di acquacoltura meno di una volta al mese

I ricercatori del CREA, principale ente di ricerca italiano sull’agroalimentare, Domitilla Pulcini e Fabrizio Capoccioni, sono intervenuti in una delle sessioni della fiera Aquafarm dedicata agli “Ingredienti per garantire un’alimentazione sana e sicura. Dalla trasformazione del pesce allevato, alle scelte di Gdo e Ho.re.ca., a quelle dei consumatori. Cosa arriva nei piatti?”, con una relazione intitolata “I prodotti di acquacoltura: consapevolezza del consumatore italiano, abitudini di acquisto e consumo”. Oltre agli ultimi dati sulle produzioni dell’acquacoltura nazionale, il Crea ha descritto i risultati di una ricerca condotta in Italia in collaborazione con la Gdo (Esselunga) e le associazioni dei consumatori sulle abitudini e le tendenze di acquisto e consumo di pesci, molluschi e crostacei allevati. L’indagine, avviata nel 2017 e tuttora in corso, ha raggiunto le 8.236 risposte.
Sebbene siano pervenute risposte da tutta Italia, oltre il 70% proviene dal Centro-Nord Italia. Dalle risposte si conferma il crescente interesse degli Italiani per questi prodotti: oltre il 30% del campione acquista prodotti di acquacoltura meno di una volta al mese, il 74% consuma mediamente meno di 2 kg/settimana e la spesa per i prodotti di acquacoltura, per metà del campione, oscilla fra i 20 e i 50 e/mese. I luoghi di acquisto preferiti rimangono i supermercati (87%) e le pescherie (42%) rispetto ai gruppi di acquisto, alla vendita diretta o a quella on-line (0,4%). I prodotti allevati freschi sono quelli maggiormente acquistati (84%) rispetto a quelli surgelati, decongelati o in scatola. Il pesce marino rappresenta il prodotto d’allevamento acquistato in prevalenza (77%), seguito da molluschi (48%), crostacei (37%) e dal pesce d’acqua dolce (31%).
Dall’indagine emerge una maggiore consapevolezza verso i prodotti allevati con metodi sostenibili, tra i quali i prodotti biologici, che vengono spesso (5%) o saltuaria­mente (23%) acquistati dal campione.
Ma la tendenza del mercato verso prodotti d’allevamento sostenibili è chiara poiché il 52% del campione degli intervistati ha dichiarato di essere disposto a pagare un prezzo maggiore per prodotti di acquacoltura biologica, grazie all’assenza di antibiotici durante il processo di allevamento (58%), ad un maggiore controllo lungo tutta la filiera (47%) e perché hanno un basso impatto ambientale (34%).
Comprendere meglio le abitudini dei consumatori nei confronti dei prodotti di acquacoltura consentirà di definire strategie più mirate, sia dal punto di vista delle politiche a sostegno delle produzioni che del marketing, favorendo un aumento dei consumi.
(Fonte: © World Food Press Agency)

 

Altre notizie


Aller Aqua lancia PowerRas

Il sistema a ricircolo RAS (Recirculated Aquaculture System) ha acquisito popolarità in tutto il mondo e oggigiorno l’allevamento ittico in RAS è in continua crescita in termini di volumi di prodotto. I parametri di controllo della tecnologia RAS consentono di supervisionare in modo costante e continuo i parametri di carattere ambientale, ottimizzando la qualità dell’acqua e i tassi di sviluppo del pesce allevato. Alla luce di questo modello, i mangimi nei sistemi di ricircolo sono il fattore esterno più strategico nel garantire un livello ottimale di resa del prodotto allevato in termini di digeribilità, gradevolezza e nutrimento, qualità delle feci, metabolismo dello sviluppo e rapporto DP:DE, qualità tecnica del mangime e sue funzionalità. «In Aller Aqua siamo convinti che sfidare lo status quo sia la vera chiave per essere un passo avanti a tutti nello sviluppo della mangimistica. Insieme con i nostri clienti e partner ricercatori sviluppiamo prodotti innovativi che rispondono alle richieste del mercato» ha dichiarato Robert Tillner, product manager di Aller Aqua. «A fronte di numerosi anni di ricerca e sviluppo abbiamo messo a punto PowerRas, un prodotto ideato per far fronte alle necessità dell’acquacoltura con sistema a ricircolo».

Aller Aqua

Aller Aqua produce mangimi per pesci destinati all’acquacoltura in acqua dolce e salata da oltre cinquant’anni. Possiede stabilimenti in Danimarca, Polonia, Germania, Egitto, Cina e in Zambia, esportando i propri prodotti in oltre 60 paesi a livello globale. Aller Aqua offre una gamma di prodotti ampia e professionale composta da mangimi per oltre 30 specie di pesci. Il centro di sviluppo e ricerca in Germania Aller Aqua Research lavora costantemente per ottimizzare, sviluppare e documentare gli effetti dei prodotti aziendali a tutto vantaggio della sua clientela, che riceve prodotti professionali di altissima qualità, a prezzi concorrenziali e consegnati in tempi brevi.

>> Link: aller-aqua.com

 

Didascalia: la tendenza del mercato verso prodotti d’allevamento sostenibili è chiara: il 52% del campione degli intervistati dal CREA ha infatti dichiarato di essere disposto a pagare un prezzo maggiore per prodotti da acquacoltura biologica (photo © Vladislav Gajic).

Photogallery

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.