Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 1, 2019

Rubrica: Mercati
(Articolo di pagina 76)

L’export ittico norvegese: crescono volumi e valore

La Norvegia ha esportato 2,7 milioni di tonnellate di prodotti ittici nel 2018, con un aumento del 4% in volume e del 5% in valore

«La Norvegia ha esportato prodotti ittici a livelli record per 99 miliardi di NOK (Corona norvegese, NdR) nel 2018. E anche se non abbiamo superato il traguardo dei 100 miliardi di NOK, direi proprio che questo sia stato un altro buon anno per le esportazioni di prodotti ittici norvegesi» ha dichiarato Renate Larsen, CEO del Norwegian Seafood Council. In sintesi, nel 2018 i record per i prodotti ittici norvegesi sono stati superati sia in termini di valore che di volume delle esportazioni. Questo nonostante la Brexit, la minaccia di guerre commerciali e altre particolari situazioni che hanno creato imprevedibilità nel mercato mondiale. «Abbiamo assistito ad un calo delle esportazioni di prodotti ittici in Asia, a causa della maggior concorrenza e del continuo difficile accesso al mercato cinese, mentre le esportazioni di prodotti ittici verso l’Unione Europea sono aumentate grazie ad una minore concorrenza e a una situazione favorevole sull’euro» ha specificato Larsen. Negli ultimi 10 anni il valore delle esportazioni di prodotti ittici norvegesi è aumentato del 122%. L’acquacoltura rappresenta il 72% del valore delle esportazioni e il 40,5% del volume delle esportazioni totali di pesce nel 2018; la pesca rappresenta il 28% in valore e il 59,5% in volume. «Abbiamo tutti i motivi per essere orgogliosi di questi risultati, che sono significativi per l’economia norvegese tutta. L’industria ittica contribuisce infatti alla creazione di valore e di posti di lavoro in tutto il paese», ha affermato il ministro della Pesca Harald Tom Nesvik. «Nel 2018 sono stati registrati valori di esportazione record per salmone, merluzzo, merluzzo nero e granchio reale», ha detto Paul T. Aandahl, Seafood Analyst del Norwegian Seafood Council. Lo scorso anno la Norvegia ha esportato 1,1 milioni di tonnellate di salmone, per un valore di 67,8 miliardi di NOK. Per quanto riguarda il pescato, il merluzzo è la prima specie in valore: sempre nel 2018 la Norvegia ha esportato 197.000 tonnellate di merluzzo bianco per un valore di 9,4 miliardi di NOK. Buoni risultati per i prodotti lavorati a base di pesce, con risultati record in termini di valore sia per il merluzzo nordico che per lo stoccafisso. Infine, la Norvegia ha esportato 91.600 tonnellate di baccalà, per un valore di 4,2 miliardi di NOK, con un aumento del 3% sul 2017, mentre il valore delle esportazioni è aumentato di 180 milioni di NOK (ovvero del 4%). Forte crescita per il pesce salato nel 2018, con 29.000 tonnellate di esportazioni per un valore di 1,4 miliardi di NOK. Anche lo stoccafisso ha visto una crescita dell’export, che l’anno scorso si è attestato sulle 5.200 tonnellate, per un valore di 749 milioni di NOK. Nel 2018, la Norvegia ha esportato oltre il 70% dei suoi prodotti in Europa, per un valore di 70 miliardi di NOK e un aumento dell’8% in termini di volume sul 2017. L’Italia si è attestata al quarto posto tra i mercati in crescita e all’ottavo come dimensione, registrando un incremento del 15,9% in termini di valore, del 14,7% di volume, con un valore economico pari a 4,32 miliardi di NOK (Fonte: © World Food Press Agency).

 

Didascalia: lo Skrei è ritenuto uno dei primi prodotti di esportazione della Norvegia. Si tratta di un tipo particolare di merluzzo (Gadus Morhua), disponibile soltanto da gennaio ad aprile. È conosciuto col nome di “Pesce di San Valentino”, perché trascorre la sua vita preparandosi per il lungo viaggio verso le acque dove avviene la riproduzione (photo © Steve Lee/Norwegian Seafood Council/PA).

Photogallery

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.