Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 6, 2018

Rubrica: Libri
(Articolo di pagina 142)

Dizionario dei termini della pesca

Il Dizionario nasce dalla volontĂ  di effettuare una prima raccolta organica dei molti termini italiani, di cui tanti dialettali, del mondo della pesca

Nella sua struttura il Dizionario dei termini della pesca è pensato quale strumento di lavoro per agevolare quanti operano nel settore e si trovano ad affrontare termini non sempre di immediata comprensione, in quanto non di uso comune o rifacentisi a terminologie dialettali. Gli autori, come metodologia di lavoro, hanno individuato dei termini quali “lemma primario” e vi hanno rimandato tutta una serie di altri che si trovavano in sinonimia o in quanto termini puramente locali. L’opera si connota quale primo arduo e complesso lavoro di catalogazione terminologica e, per­tanto, potrebbe presentare ine­sat­tezze e/o carenze soprattutto in riferimento ai termini dialettali. Infatti, essendo la raccolta ricollegabile prioritariamente all’esperienza dell’alto Adriatico, sicuramente man­cano termini più tipici della zona tirrenica, dell’Italia meridionale e delle zone insulari. Al fine di poter arricchire la raccolta, sarebbe auspicabile ricevere contributi da quanti, appassionati della cultura marinara, intendono voler contribuire all’arricchimento del Dizionario, garantendo così che termini ricchi di storia non vadano dispersi ma, anzi, vengano gelosamente custoditi quale patrimonio comune di quanti vivono direttamente o indirettamente il settore della pesca. Volendo comunque essere uno strumento di lavoro, gli autori hanno strutturato l’opera ponendo come centrale la lingua italiana, alla quale sono collegati rimandi nelle lingue inglese, francese e spagnolo.
Il Dizionario si compone infatti di quattro sezioni, di cui quella in italiano è la principale. Nell’elenco in italiano i lemmi, in ordine alfabetico, possono essere preceduti o meno da un “numero di rimando”, presente solamente nei lemmi principali e per i quali vi sia una corrispondenza ad almeno una delle altre lingue. Diversamente, i lemmi sprovvisti di “numero di rimando” sono per lo più lemmi secondari o dialettali, che rimandano ad un “lemma principale”. Le lingue inglese, francese e spagnolo sono articolate in due elenchi ciascuna: l’elenco alfabetico e l’elenco “numeri di rimando” corrispondenti a quelli presenti nell’elenco della lingua italiana e posti in ordine crescente. Nel caso dell’elenco “numeri di rimando”, tale articolazione consente al lettore che necessita di sapere il termine corrispondente in una delle altre lingue di ricercare il lemma in italiano e, col “numero rimando”, di trovare facilmente la traduzione. Diversamente, con l’elenco alfabetico, se il lettore si trova a leggere il testo in una delle tre lingue e desidera conoscere il corrispondente termine in italiano, ricercando il termine della lingua straniera in ordine alfabetico, attraverso il “numero di rimando”, riesce a risalire al termine in italiano avente stesso numero.

Nota
Pdf on-line: goo.gl/e6udi5

 

Didascalia:

Cerioni S. – Ferretti M. – Gentiloni P.
Dizionario dei termini della pesca
MIPAAF, 2013, 98 pp.
www.cirspe.it

Photogallery

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.