Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 4, 2018

Rubrica: Week-end
(Articolo di pagina 130)

Ostriche d’Irlanda

Ecosostenibili, carnosi, gusto zuccherato e consistenza cremosa: i molluschi di Galway, tra i più pregiati al mondo, sono i protagonisti del Festival a loro dedicato, in programma dal 28 al 30 settembre

L’industria delle ostriche irlandesi registra negli ultimi anni un trend in crescita che oggi vale 58 milioni di euro e ha creato circa 1.200 posti di lavoro. La maggior parte dei prodotti viene esportata: la Francia è il principale mercato col 76% delle esportazioni, anche se le aziende irlandesi stanno lavorando con altri mercati europei e asiatici, come Cina, Hong Kong, Malesia e Tailandia. Ogni anno vengono prodotte circa 9.000 tonnellate di ostriche, principalmente nella zona occidentale del paese, oltre a Carlingford, nell’Est. La prima azienda per l’inscatolamento delle ostriche è stata aperta a Donegal, nel Nord-Ovest della Repubblica. Il clima irlandese è ideale per l’allevamento delle ostriche e le acque che circondano l’isola sono tra le più pure d’Europa; inoltre, il settore vanta un’elevata ecosostenibilità, legata alla bassa impronta di carbonio degli allevamenti. Tutti questi aspetti stanno aiutando gli allevatori irlandesi a differenziare i loro prodotti dalle controparti europee e globali.
In Irlanda i festival dedicati a questi preziosi molluschi sono sempre più frequenti in tutte le aree del paese, da Louth ad est fino a Galway ad ovest. Ciò consente alle nuove generazioni di conoscere le ostriche e attira molti turisti stranieri. Particolarmente noto è il Galway International Oyster and Seafood Festival (galwayoysterfestival.com), che risale al 1954 ed è il più antico del mondo. Clou della manifestazione è il World Oyster Opening Championships, a cui partecipano “sgusciatori” provenienti da tutto il mondo che si contendono l’ambito titolo di campione.
Con alti livelli di zinco e proteine e un basso contenuto di grassi, le ostriche hanno tanti benefici nutrizionali. Per tradizione in Irlanda si mangiano con burro e soda bread o nella steak and oyster pie, ma sempre accompagnate da una bella stout. Sono senza dubbio una parte importante della dieta irlandese, soprattutto in quella delle zone costiere.
(Fonte: Bord Bia) –  www.bordbia.ie

 

Didascalia: la gara di apertura delle ostriche al Galway International Oyster Festival (photo © galwayoysterfestival.com).

Photogallery

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.