Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 3, 2018

Rubrica: Comunicazione
(Articolo di pagina 20)

Tanti auguri Capitan Findus

Icona per diverse generazioni, ha da poco festeggiato i 50 anni

Capitan Findus non è un capitano qualunque, perché per grandi e piccoli lui è Il Capitano. E quest’anno festeggia 50 anni di avventure tra i mari e… in tv.

 

Anni ‘60: l’inizio dell’avventura

È nel febbraio del 1967, in Inghilterra, che debutta sul grande schermo Capitan Findus, un personaggio che fin dalla sua prima apparizione presenta alcuni elementi caratterizzanti: è un uomo di mezza età, dall’aspetto rassicurante, una sorta di “Babbo Natale del mare”. L’agenzia Lintas firma la nuova campagna di comunicazione e la storia narra che dietro la figura del Capitano ci sia un creativo australiano, Dave Broad, che per plasmarlo si ispirò nientemeno che a super eroi del calibro di Superman e Capitan Marvel. La figura del Capitano è riconosciuta in oltre 14 paesi: in Inghilterra è il celebre Captain Bird Eyes, in Germania e in altri Paesi del nord Europa è conosciuto come Capitan Iglo.

 

Anni ‘70-‘80: l’oro del Capitano

Il Capitano ha da subito un successo straordinario tra i bambini: ama trascorrere la sua vita a bordo di un veliero e vivere mille avventure, oltre ad essere, fin dal suo esordio, il garante della qualità dei prodotti Findus. Si avvicendano diverse campagne che lo vedono protagonista: tra gli anni ‘70 e gli anni ‘80 il Capitano è una figura sui 60/70 anni, a bordo del suo veliero, circondato da un allegro equipaggio di bambini in uniforme. Al centro della campagna i bastoncini Findus, “l’oro del Capitano”, in grado di conquistare tutti, sia gli avversari, pirati o tribù di isole sconosciute, che le mamme a casa, con celebri claim tra cui “Buon pesce, tanto gusto, tutta forza”.

 

Anni ‘90: il Capitano combatte i cattivi

La fine degli anni ‘90 segna un deciso cambio di rotta nella storia del Capitano. Al rassicurante volto degli anni precedenti succede un trentenne atletico e affascinante. Il 9 marzo 1998 il nuovo Capitano, che ricorda i protagonisti dei film d’azione americani, appare per la prima volta in Inghilterra e, a seguire, in diversi Paesi europei, tra cui l’Italia. Il nuovo Capitano ha un’arma segreta, un veicolo all’avanguardia grazie a cui riesce a destreggiarsi con grande abilità tra mare, terra e cielo, per sconfiggere i cattivi, tra raggi laser e acrobazie.

 

Anni 2000: i Capitani di domani

Il nuovo look del Capitano non convince i consumatori e nel 2002 ritorna sugli schermi il “vecchio” Capitano. In Italia assume le sembianze di un uomo sulla cinquantina, un aspetto invariato fino ad oggi. È nel nuovo millennio, però, che si fa ancora più evidente il ruolo di Capitan Findus come mentore per i “Capitani di domani”. Negli spot di questi anni, tranne una breve parentesi in cui esce di scena (2013), il Capitano diventa infatti un moderno maestro di vita: aiuta i bambini a crescere ed affrontare le loro paure, ad essere coraggiosi e assumersi le proprie responsabilità, a mettere passione per inseguire i propri sogni, a rispettare ed includere gli altri, a collaborare e lavorare in squadra, oltre ad essere un punto di riferimento in fatto di gusto e qualità per i genitori. Non solo in tv: il Capitano vive oggi anche on-line attraverso un Diario di bordo, in cui condivide viaggi e avventure per i mari, una pagina Facebook, e un profilo Instagram.

 

Dal 2014 per Forever Food Together

Il 2014 è un anno di svolta per Findus che si riflette in una nuova campagna di comunicazione, Findus. Il sapore della vita, e in un programma di responsabilità sociale, Forever Food Together, a livello di Gruppo. Il logo del Capitano, in un’inedita versione green, diventa garante dell’ecosostenibilità per tutte le linee di prodotti, oltrepassando i “confini” del suo brand per eccellenza. Capitan Findus è il simbolo dell’impegno dell’azienda contro lo spreco alimentare e si fa paladino della buona tavola, oltre che della qualità e sicurezza dei suoi prodotti, con l’obiettivo di offrirne di nuovi che contribuiscano ad una dieta bilanciata, garantendo che l’approvvigionamento e la lavorazione delle materie prime avvengano in maniera responsabile.

 

Oltre 20.000 bambini a lezione dal Capitano

I valori di cui si fa portare il Capitano vivono oggi in diversi progetti che coinvolgono bambini e ragazzi in attività ludiche e didattiche. Con il progetto “Storie dal mare” sono stati distribuiti 972 kit didattici in 307 scuole primarie su tutto il territorio per raccontare tutti i segreti del mare, tra nozioni di geografia, storia, scienze, nutrizione ed educazione civica, in un percorso multidisciplinare in compagnia di Capitan Findus. Un’iniziativa che ha coinvolto 22.000 bambini nata non solo di far conoscere ai più piccoli il mondo del mare, ma anche di stimolare il rispetto per l’altro all’insegna dell’inclusione e dell’integrazione. Oltre al coinvolgimento delle scuole Capitan Findus è protagonista di diversi percorsi educativi. Ad Explora, il museo dei bambini di Roma, sono in programma fino a maggio laboratori dedicati alla conoscenza del mare e al mondo che ruota intorno ad esso, dalla scienza alla geografia, dalla meteorologia alla comunicazione, fino all’astronomia e alla chimica della conservazione. Il Capitano è presente inoltre in uno spazio dedicato presso l’Acquario di Genova per promuovere la pesca sostenibile.

Fonte: mtm – 2560 © World Food Press Agency Srl — EFA News

 

Didascalia: è alla fine degli anni ‘60 che appare il primo spot in cui Capitan Findus è protagonista e da allora ha saputo conquistare intere generazioni. 

 

Photogallery

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.