Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 2, 2018

Rubrica: Interviste
(Articolo di pagina 68)

Aquasoja de Portugal: soluzioni intelligenti per l’acquacoltura

Aquasoja nasce venticinque anni fa dall’esperienza e dalla storia del gruppo Soja de Portugal, un’azienda unica in Europa specializzata nella produzione di mangime per gli allevamenti ittici. L’alto livello di qualità delle soluzioni proposte agli operatori di tutt’Europa ed ora anche in Italia, è il frutto di investimenti in ricerca e sviluppo che hanno portato ad ottenere prodotti che si adattano alle particolari esigenze di ciascun allevatore, alle acque, ai microclimi e condizioni particolari sulla base dell’ubicazione degli impianti, siano essi di acqua di mare che di acqua dolce.

 

Aquasoja di Portugal è ora presente anche in Italia

Daniele Astolfi è l’account nazionale preposto a seguire tutte le aziende italiane del settore affiancato da Nuno Medina, business developer del gruppo, e Tiago Aieres, direttore tecnico del gruppo. A loro abbiamo posto qualche domande per conoscere meglio la realtà di Aquasoja.

 

Signor Tiago, quali sono le peculiarità che rendono Aquasoja un’azienda particolare per il settore dell’acquacoltura?

«Si tratta di un’azienda a ciclo completo, integrata verticalmente, che attinge dalle risorse del territorio per la realizzazione delle farine di pesce e dall’esperienza del gruppo Soja de Portugal che dal 1943 si occupa di nutrizione animale. L’azienda dispone di un centro studi molto moderno che opera in collaborazione con l’Università di Porto e negli ultimi tre anni ha investito dodici milioni di euro nella ricerca e nell’innovazione. Questo è un tratto distintivo dell’azienda, che la porta ad integrare le produzioni locali con l’industria della trasformazione, per ottenere mangime di altissimo livello in grado di soddisfare qualsiasi esigenza sia degli allevatori che dei consumatori finali che possono godere di pesci ben allevati, sani e di ottimo livello nutrizionale. La sostenibilità delle produzioni è alla base della nostra filosofia aziendale. Cerchiamo di favorire il benessere degli animali e di rispettare l’ambiente ottimizzando al massimo l’uso delle risorse locali senza perdere d’occhio la logistica e la distribuzione nei paesi dove già operiamo da molti anni come la Spagna, la Grecia, l’Est Europa ed ora anche l’Italia. Un’altra caratteristica che ci rende unici è rappresentata dal fatto che Aquasoja fa parte di un gruppo attivo in tutti i settori degli allevamenti animali, in particolare quello avicolo, dal quale attingiamo proteine nobili dalla trasformazione del penne, riuscendo in tal modo  a non sprecare nulla, riciclando in modo sostenibile sostanze vitali che ridanno nuova linfa ad alimenti destinati all’alimentazione umana. Ci tengo a sottolineare che nei nostri processi produttivi non usiamo oli vegetali e che per le farine di pesce utilizziamo solo prodotti certificati MSC, provenienti da pesca sostenibile. Siamo attenti persino ad utilizzare particolari tranci o parti di pesce utilizzati per esigenze specifiche dei nostri clienti, sulla base delle stagionalità, delle temperature e dei vincoli sanitari imposti da ciascun Paese».

 

Parliamo ora di strategie future con Nuno Medina. Quali sono le azioni che Aquasoja intende realizzare per penetrare il mercato italiano?

«Siamo convinti che sia il momento giusto per il comparto dell’acquacoltura italiana per condividere un percorso legato soprattutto alla sostenibilità dell’offerta, per allevare ed offrire ai consumatori un prodotto sempre più al passo dei tempi. Aquasoja è in grado di effettuare forniture just in time, con mangimi freschi, performanti dal punto di vista nutrizionale frutto di studi e ricerche finalizzati ad offrire un prodotto costruito su misura per le diverse esigenze dei clienti. Possiamo affermare che oggi Aquasoja sia l’impianto più innovativo e moderno a livello europeo per la produzione di mangimi per acquacoltura, certificato e dotato di un centro ricerche molto sviluppato, centrale nella nostra visone del futuro. La qualità sostenibile fa sì che il nostri mangimi siano ben accolti anche dalle imprese italiane che riscoprono i tratti distintivi di un prodotto particolarmente adatto alle loro esigenze. Ci dicono che ricorda il “mangime di una volta”, con gli odori e l’attenzione alla qualità, senza dimenticare la convenienza, poiché la forza di un grande gruppo come Soja de Portugal, caratterizzato da cinque aree di business, dagli allevamenti di pollame al pet food, dalla trasformazione della soia ai mangimi per l’acquacoltura, ci consente di essere estremamente competitivi».

 

Concludiamo con un’ultima domanda a Daniele Astolfi, account nazionale di Aquasoja. Quali saranno le azioni che l’azienda intende intraprendere per farsi conoscere e penetrare sul mercato italiano dell’acquacoltura?

«Forte della qualità espressa e dalle peculiarità che la rendono idonea per affrontare un mercato nuovo come quello italiano, abbiamo già intrapreso una serie di contatti con i principali player nazionali con ottimi risultati in termini di redemption poiché già diverse realtà importanti ci hanno ben accolto e già programmato le forniture test su qualche impianto. Ci stiamo facendo conoscere presso associazioni e professionisti specializzati che ci accolgono con molto interesse. Senza dimenticare la partecipazione, in qualità di espositori, ad Aquafarm 2018, un evento importante, un’occasione ideale che ci ha permesso di presentarci sul mercato italiano e porre le basi per lo sviluppo dei rapporti con le imprese italiane del comparto dell’acquacoltura».

 

Aquasoja de Portugal

Estrada 109 Lugar da Pardala — 3880-728 S. João Ovar – Portogallo

Telefono: +351 256 581 100 — Fax: +351 256 583 426 / 28 

E-mail: apoio.cliente.sorgal@sojadeportugal.pt

Web: www.sojadeportugal.pt

 

“La missione di Aquasoja è fornire soluzioni nutrizionali di alta qualità, accessibili per tutta la gamma di attività, dalle piccole alle grandi aziende di acquacoltura”

 

“Aquasoja è in grado di effettuare forniture just in time con mangimi freschi, performanti dal punto di vista nutrizionale, frutto di studi finalizzati ad offrire un prodotto su misura per i clienti”

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.